Uccise Filippo Limini a Bastia, il ventenne di Assisi chiede sconto di pena

 
Chiama o scrivi in redazione


Uccise Filippo Limini a Bastia, il ventenne di Assisi chiede sconto di pena

Uccise Filippo Limini a Bastia, il ventenne di Assisi chiede sconto di pena

Ha chiesto di patteggiare! Il ventenne di Assisi che uccise, Filippo Limini, 24 anni, patteggerà una pena a quattro anni di reclusione per rissa e omicidio stradale. Il giovane, nel tentativo di scappare dal parcheggio vicino alla discoteca di Bastia Umbra dopo la rissa investì con l’auto il 24enne, trovato senza vita sull’asfalto la notte di Ferragosto.

Patteggiano pene inferiori a un anno, invece, tre dei cinque ragazzi del cosiddetto gruppo spoletino che rispondono dell’accusa di rissa, mentre gli altri imputati hanno scelto il rito abbreviato.

Ieri mattina davanti al gup Valerio D’Andria sono comparsi in nove dopo la richiesta di giudizio immediato avanzata dal pm Paolo Abbritti. L’avvocato Alberto Onori, che rappresenta il padre, la madre e il fratello della vittima, ha chiesto la costituzione di parte civile dei familiari.

Nella prossima udienza sono attese le richieste di condanna del pm Paolo Abbritti a carico dei giovani che hanno chiesto l’abbreviato, mentre per gli altri che patteggiano c’è già il parere favorevole della procura. In base al calendario fissato dal gup, le sentenze dovrebbero arrivare entro fine mese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*