Terapie intensive, Umbria ancora sopra soglia critica secondo Agenas

 
Chiama o scrivi in redazione


Continua il calo degli attuali positivi, la situazione dei comuni al 26 novembre

Terapie intensive, Umbria ancora sopra soglia critica secondo Agenas

Il numero di posti letto in terapia intensiva occupati da malati Covid cala ancora, a livello nazionale. Gli ultimi dati dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) e relativi al 31 gennaio vedono la percentuale scendere al 26% (rispetto al 28% dello scorso 24 gennaio), ovvero 4 punti sotto il livello d’allerta fissato al 30%. Ma 6 regioni continuano a superare questa soglia definita critica: Friuli Venezia Giulia (34%), Marche (31%), Bolzano (32%), Trento (39%), Puglia (36%), Umbria (42%).

© Protetto da Copyright DMCA

Scende di due punti percentuali rispetto al 24 gennaio anche l’occupazione dei posti in area non critica, arrivati a quota 32%, a fronte di una soglia d’allerta fissata al 40%. Per quanto riguarda i posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti di medicina, pneumologia e infettivologia, la soglia del 40% è superata da 3 regioni: Friuli Venezia Giulia (46%), Marche (45%), Umbria (46%).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*