Stazioni ferroviarie Marche, Umbria e Abruzzo, il bilancio dell’attività della Polizia: 4 indagati e oltre 2.400 persone controllate

Stazioni ferroviarie Marche Umbria Abruzzo bilancio attività della Polizia

Stazioni ferroviarie Marche, Umbria e Abruzzo, il bilancio dell’attività della Polizia: 4 indagati e oltre 2.400 persone controllate

4 indagati e 2.441 persone controllate; 2 minori rintracciati, 231 pattuglie impegnate in stazione e 50 a bordo di 103 treni e 8 sanzioni elevate: è questo il bilancio dell’attività, nell’ultima settimana, del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo.

La Polizia Ferroviaria di San Benedetto del Tronto ha denunciato un cittadino straniero per i reati di procurato allarme e interruzione di pubblico servizio. L’uomo, a bordo di un treno regionale diretto a Pescara, ha chiamato al telefono gli operatori di Polizia per denunciare un viaggiatore che, a suo dire, stava maneggiando dei coltelli. Quando il treno è giunto nella stazione sanbenedettese, la Polfer, in collaborazione con i colleghi del Commissariato di P.S., ha constatato l’infondatezza della segnalazione e, di conseguenza, ha proceduto nei confronti dell’extracomunitario.

Denuncia a piede libero da parte della Polfer di Foligno nei confronti di un viaggiatore che ha aggredito un capotreno a bordo di un treno regionale dopo che, quest’ultimo lo aveva invitato a scendere, poiché stava vendendo abusivamente delle vivande.

A Terni, gli agenti della Polfer hanno rintracciato all’interno della stazione e riaffidato ai famigliari, due ragazze minorenni, che avevano detto ai genitori di trascorrere la notte a casa di un’amica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*