Polizia locale, 954 incidenti stradali a Perugia nel 2021, la velocità causa primaria 📸

Polizia locale, 954 incidenti stradali a Perugia nel 2021, la velocità causa primaria

Polizia locale, 954 incidenti stradali a Perugia nel 2021, la velocità causa primaria

Si sono svolte questa mattina, le celebrazioni per la festa di San Sebastiano, Patrono della polizia locale. Alle 9.30 presso la Cattedrale di San Lorenzo, S.Ec. Mons. Marco Salvi, Vescovo ausiliare della Diocesi di Perugia e Città della Pieve ha celebrato la Santa Messa alla presenza delle autorità civili e militari.


Fonte: Ufficio stampa comune di Perugia


Al termine della celebrazione il tradizionale saluto a cura dell’assessore alla sicurezza Luca Merli e della Comandante della polizia locale Nicoletta Caponi. La comandante, nel porre l’accento sui sentimenti di paura ed incertezza che accompagnano ormai la popolazione da due anni a causa del perdurare della pandemia, ha citato le parole di Liliana Segre per dire che “tutti noi dobbiamo camminare, un passo dopo l’altro, con prudenza e grande senso di responsabilità ma anche con il vigore e la determinazione che deve contraddistinguere chi svolge un servizio a favore della collettività”, con l’auspicio di tornare progressivamente ad una normalità che non sarà, comunque, mai identica alla precedente.

Ha poi spiegato che l’anno appena trascorso ha visto la Polizia Locale, insieme alle Forze di Polizia a competenza generale, affrontare una sorta di percorso ad ostacoli per cercare di contenere il diffondersi dell’epidemia e contestualmente permettere ai cittadini di svolgere le proprie attività di lavoro e di svago; è stato difficile conciliare, quindi, l’attività emergenziale con quelle ordinarie ma lo si è fatto perché la polizia locale deve continuare a recitare il suo ruolo di polizia di prossimità, la più vicina alle esigenze della collettività.

Ciò era ed è estremamente difficile soprattutto in presenza di limitate risorse economiche e di forti limiti giuridici che non facilitano l’attività del Corpo.

La Comandante ha poi voluto salutare, con stima ed affetto, gli agenti di Polizia Locale assunti nell’anno appena trascorso, augurandolo loro di non perdere mai l’entusiasmo di lavorare a contatto e al servizio della gente, nella convinzione che il maggior elemento di gratificazione del loro lavoro sia la componente del servizio e non quella della garanzia del posto di lavoro.

“In questa società sempre più individualista i Corpi di Polizia devono dare un esempio di compattezza e di solidarietà: la coesione, infatti, è fondamentale, perché da soli non ce la possiamo fare ma insieme sì. Per questo tutte le componenti del comparto sicurezza della città devono lavorare insieme per superare questo difficile momento. In tale contesto la Polizia Locale è presente e vuole fare la sua parte”.

In conclusione di intervento la Comandante ha inteso ringraziare tutti i membri del Corpo per l’impegno profuso, sindaco, assessore alla sicurezza, rappresentanti delle altre istituzioni e forze dell’ordine per la collaborazione ed il lavoro svolto insieme, ricordando le parole di Papa Francesco sulla dignità del lavoro: “svolgere un lavoro con dignità significa farlo con la consapevolezza di rappresentare i propri principi morali, nella necessità di mantenerli per sé stesso e per gli altri e di tutelarli nei confronti di chi non li rispetta. Non si fa il proprio lavoro perché qualcuno ci dica grazie; lo si fa per dovere, per principio, per mantenere la propria dignità”.

E’ stato poi l’assessore alla sicurezza Luca Merli a prendere la parola condividendo, in avvio, le valutazioni della Comandante in merito alla complessità dell’attività svolta nel 2021 dalla polizia locale, contraddistinta non solo dai compiti ordinari e quotidiani, ma anche da quelli straordinari legati al contenimento della pandemia.

“Avete svolto e continuate a svolgere un lavoro di squadra eccellente, ognuno con il proprio compito, ma con la sinergia necessaria per garantire sempre la massima efficienza; questo spirito di squadra lo avete messo in campo, nel rispetto dei ruoli, anche con le altre Forze dell’Ordine, con le quali collaborate quotidianamente e a cui vorrei rivolgere un ringraziamento speciale, per la preziosa attività”.

La sinergia, ha continuato Merli, è stata costante anche con Amministrazione, sindaco ed assessore alla sicurezza con cui sono state condivise tante situazioni nel segno della massima collaborazione, professionalità e dedizione.

Merli ha tenuto a precisare che l’Amministrazione ha lavorato e sta ancora lavorando per mettere in condizione il Corpo di operare al meglio: ecco il motivo delle 18 assunzioni già operate e delle ulteriori 20 previste tra il 2022 ed il 2024 nonché dell’acquisto di nuovi mezzi, attrezzature e dotazioni innovative, senza dimenticare il progetto del trasferimento della sede del Comando.

“Sarà nostro compito, quindi, accompagnarvi nel proseguire la sfida evolutiva del vostro lavoro che parte dal vostro nome, dapprima vigili urbani, poi polizia municipale, ora polizia locale. Dobbiamo, insieme, continuare a disegnare un cammino che sappia conciliare tradizione ed innovazione, in grado di soddisfare i cambiamenti e le nuove esigenze della nostra città, senza perdere di vista le vostre origini ed i vostri valori”.

Per ciò che riguarda il resoconto dell’attività svolta dalla polizia locale anche nel 2021 si registrano numeri importanti in merito ai servizi svolti. A titolo esemplificativo: 954 incidenti stradali rilevati, 231 servizi coordinati con altre forze di polizia per controlli covid, quasi 64mila violazioni al codice della strada accertate, quasi 1200 atti di polizia giudiziaria, 1128 ordinanze temporanee sulla circolazione e 27 permanenti., 128 tso eseguiti.

I membri del corpo nel 2021 hanno percorso oltre 516mila chilometri.

Le statistiche sui 954 incidenti rilevanti segnalano che la causa principale è la violazione dell’art. 141 (velocità) con 299 casi, mentre l’età più soggetta resta quella tra 35 e 49 anni (531). In 623 casi su 954 i soggetti coinvolti sono risultati illesi, in 313 feriti, mentre i casi più gravi sono rispettivamente 10 (prognosi riservata) e 8 (mortali).

Il mese più critico è stato dicembre con 115 incidenti, il giorno lunedì con 157 casi, l’orario quello delle 18 con 82 episodi.

Passando alla statistica delle violazioni al codice della strada, le più numerose si confermano le sanzioni relative all’art. 7 (regolamentazione della circolazione nei centri abitati) con oltre 41mila casi, poi art. 142 (limiti di velocità) con 6779.

Entrando nel dettaglio dell’attività dell’ufficio di sicurezza urbana, emergono ben 1117 fascicoli protocollati, con 58 accessi per controllo immobili occupati da soggetti dediti ad attività illecite, 21 controlli per incuria ed abbandono di aree pubbliche e private, 20 controlli per imbrattamenti e danneggiamenti. I soggetti identificati sono stati complessivamente 191.

24 i controlli per accattonaggio (26 i soggetti identificati), 32 per prostituzione stradale (55 soggetti identificati, 8 sanzionati), 5 casi di daspo urbano, 71 le notizie di reato, 14 i soggetti denunciati per guida sotto l’effetto di alcol e/o di sostanze stupefacenti, 573 le attività di polizia giudiziaria svolte per delega dell’Autorità competente.

Significativa anche l’attività svolta dal nuovo nucleo di decoro urbano di Fontivegge che in pochi mesi ha provveduto al controllo di 63 veicoli con conseguenti 42 violazioni al cda, all’identificazione di 129 persone, con 9 sequestri amministrativi di droghe, a 9 accessi presso immobili e 12 notizie di reato, con 8 espulsioni ai sensi del T.U. sull’immigrazione.


Successivamente, presso la sala dei Notari di palazzo dei Priori, si è tenuta la cerimonia di consegna delle targhe agli agenti pensionati ed a quelli che hanno raggiunto i 25 anni di servizio. In particolare è stata consegnata una targa al S. Ten. Cecati Roberto, al S. Ten. Pampanelli Maurizio, all’App. Sc. Castellani Roberto, all’App. Sc. Gunnellini Riccardo, agli Istruttori Amministrativi Balani Dalia, Roscini Stefania, Bastianelli Giuliano e Bastianelli Maria Gabriella, dipendenti collocati a riposo durante il 2021.

Inoltre è stato consegnato un distintivo al personale che ha raggiunto i 25 anni di servizio continuativo all’interno del Corpo: S. Ten. Antonelli Lorena, S. Ten. Fagioli Paolo, S. Ten. Marini Fabio, S. Ten. Gubbiotti Mauro, S. Ten. Manali Massimo, App. Sc. Griffo silvana, App. Sc. Latterini Lauretto, App. Sc. Peroli Antonella, App. Sc. Cippiciani Liana, App. Sc. Coppini Gianluca, App. Sc. Folliero Anna Maria, App. Sc. Angelini Miriam, App. Sc. Tosti Paolo, App. Sc. Barluzzi Cinzia, App. Sc. Giglioni Fabio.

Infine la Comandante ha consegnato al reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia l’assegno di 2560 euro frutto delle offerte del personale della S.O. Sicurezza, del Servizio Segnaletica del Comune di Perugia, del CAMEP – Club Auto e Moto d’Epoca e della Carrozzeria Grifo di Ciabatta Enzo.

Sempre in sala dei Notari sono state premiate le due classi delle scuole primarie vincitrici della borsa di studio Elisabetta Innocenzi, dedicata alla memoria della figlia del vigile urbano scomparsa alcuni anni fa a causa di un incidente. Ad aggiudicarsi il primo posto, e dunque i 750 in buoni per l’acquisto di libri e materiale didattico, è stata la classe Quarta A della scuola “Iqbal Masih” di Montegrillo. Il secondo posto, invece, con premio di 550 euro in buoni per l’acquisto di libri e materiale didattico, è andata alla classe Quarta A della scuola primaria Nicholas Green di Lacugnano. I premi sono stati offerti grazie al contributo degli sponsor Camep, Carrozzeria Grifo ed Assicurazioni Generali.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*