Ospedale Perugia, caos in radiologia, lavoratori incolpevoli ed esasperati

Pronti alla manifestazione permanente per l'Ospedale di Terni, sta venendo meno il diritto inalienabile alle cure essenziali

Ospedale Perugia, caos in radiologia, lavoratori incolpevoli ed esasperati

La Cgil dell’Azienda ospedaliera di Perugia esprime piena solidarietà e vicinanza a tutti i lavoratori e ai cittadini per i fatti riportati dalla stampa locale nella giornata di ieri rispetto ai gravi disservizi che hanno interessato il servizio di Radiologia e Follow-up traumatologico.
“Purtroppo non siamo di fronte ad un caso isolato – scrive la Cgil in una nota – ma all’ennesimo disservizio che si inserisce in un contesto più generale di assoluta mancanza di attenzione al servizio sanitario pubblico da parte di questa azienda e di questa Regione”.
Solo pochi giorni fa la Cgil aveva lanciato l’ennesimo grido di allarme, di “disagio e di imbarazzo” sull’incertezza dei livelli assistenziali, sulle capacità di risposta alle liste di attesa, sulle gravissime carenze di organico.
“Purtroppo, i fatti di ieri, gravi, confermano quanto sosteniamo e denunciamo da tempo – continua il sindacato – e cioè che la forte esasperazione dei lavoratori della Sanità, dei cittadini e degli utenti merita una risposta immediata. Come Cgil siamo stanchi di aspettare i tempi della politica, stanchi delle decisioni sempre rinviate al giorno dopo, stanchi della mancanza di confronto e di partecipazione. Adotteremo pertanto tutte le iniziative che riterremo necessarie per ridisegnare una Sanità a misura di persona, restituendo dignità e serenità a lavoratori e cittadini”, conclude la Cgil.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*