No green pass a Terni, non si ferma la protesta del Fronte del dissenso Umbria 📸 FOTO



No green pass a Terni, non si ferma la protesta del Fronte del dissenso Umbria

Fronte del dissenso Umbria“, che protesta contro il green pass è tornata in piazza e lo ha fatto questa volta a Terni. I no green pass – attenzione, non “no vax” – chiamano a raccolta tutti coloro che, non allineati al “pensiero unico” né disposti ad accettare passivamente le imposizioni del Dpcm Draghi, intendono far sentire la propria voce dissenziente. Di fronte alla arroganza del potere centrale, fanno sapere da tutta Italia, i Fronte del dissenso, in generale, e quello dell’Umbria in particolare, non intende arretrare di un centimetro.

I diritti violati, in questa drammatica epoca di pandemia da Sars Cov 2, non si contano più. «Non accettiamo di essere qualificati in altro modo se non “Fronte del dissenso Umbria” – dicono -, la nostra presenza nelle piazze continuerà fino a quando non saremo di nuovo liberi. Intendiamo – aggiungono ancora – essere collaborativi ed inclusivi con gli altri cittadini nel rispetto della diversità di opinioni e di scelte individuali».

Tutto questo, proprio nel giorno in cui entrano in vigore le imposizioni limitative delle libertà personali. «Il movimento – ricordano gli organizzatori – nasce spontaneamente per denunciare la sospensione dei diritti costituzionali perpetrata dal Governo con l’emanazione di DPCM e DL incostituzionali».

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*