Inchiesta sanità, Valentino Valentini ha parlato: «Ho portato le tracce»

Inchiesta sanità, Valentino Valentini ha parlato: «Ho portato le tracce»

Inchiesta sanità, Valentino Valentini ha parlato: «Ho portato le tracce»

Valentino Valentini, il consigliere politico della ex presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, è stato sentito in qualità di persona informata sui fatti e quindi con l’obbligo di dire la verità e senza la possibilità di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Il 12 aprile scorso, mentre scattano arresti e perquisizioni – scrive la Nazione Umbria – Valentino Valentini è negli uffici della guardia di finanza. Agli ufficiali di polizia giudiziaria del colonnello Selvaggio Sarri oppone una raffica di «no». Non sa chi è Anna (la candidata della Marini ndr) e non «sa riferire» sulla consegna delle buste.

Poi si siede davanti ai pm Abbritti e Formisano. E ammette: «La presidente – riporta La Nazione – mi disse di prendere la documentazione che aveva Duca e di consegnarla a tale “Marisa” (la donna fece da tramite)…. Io avevo capito che Duca mi aveva consegnato le prove di un concorso». In una circostanza Valentini andrà personalmente all’Azienda ospedaliera. L’ulteriore conferma alle parole di Valentini arriva dalla stessa Marisa. Anna, sentita in procura, ha negato ma è finita indagata.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
8 × 5 =