Inchiesta sanità umbra, adesso spuntano altri 12 nuovi indagati

Inchiesta sanità umbra, adesso spuntano altri 12 nuovi indagati

Inchiesta sanità umbra, adesso spuntano altri 12 nuovi indagati

Spuntano nuovi 12 indagati nell’inchiesta, coordinata dal procuratore capo Luigi De Ficchy e dai pm Mario Formisano e Paolo Abbritti, e relativa ai concorsi pubblici truccati dalla sanità. Lo riporta oggi il Corriere dell’Umbria in un articolo a firma di Francesca Marruco.

Ieri mattina sono iniziati gli interrogatori di garanzia davanti al gip Valerio D’Andria. L’ex direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera, Diamante Pacchiarini, assistito dall’avvocato Maria Mezzasoma, ha scelto la strada delle spiegazioni. Mentre le due dirigenti dell’Azienda ospedaliera di Perugia, Maria Rosa Franconi e Gabriella Camio, accompagnate dai loro legali Franco Liberi e Dello Berretti, si sono avvalse della facoltà di non rispondere. Entrambe sono destinatarie della misura della sospensione dai pubblici uffici per sei mesi.

Pacchiarini nel corso dell’incontro ha fornito delucidazioni rispetto al pagamento della fattura emessa dalla Sis, che il 19 luglio aveva effettuato una bonifica a caccia di microspie nell’ufficio dell’ex direttore generale dell’ospedale, Emilio Duca. A entrambi viene contestato anche il peculato per aver pagato la fattura con i soldi dell’Azienda ospedaliera.

In realtà non è andata così. Dopo una prima fattura intestata all’azienda era arrivata una nota di credito intestata al direttore generale Emilio Duca. Fattura – ha spiegato Pacchiarini – poi pagata dagli ex direttori dividendo la cifra in tre parti, poiché pagare con i soldi pubblici sarebbe stato un reato.

Rassegna stampa

1 Commento

  1. Perché si pensa che tali fatti siano solo in Umbria? Diteglielo a Zingaretti….il Lazio lo conosce bene!!! Ciao un medico

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*