Incendio Ponte San Giovanni, gestione illecita dei rifiuti, c’è un indagato

Incendio Ponte San Giovanni, gestione illecita dei rifiuti, c'è un indagato

Incendio Ponte San Giovanni, gestione illecita dei rifiuti, c’è un indagato

L’amministratore delegato della Biondi recuperi – secondo fonti investigative – sarebbe indagato con l’accusa di gestione illecita di rifiuti. Lo riporta oggi il Corriere dell’Umbria in un articolo a firma di Alessandro Antonini e Francesca Marruco. Ieri il sopralluogo agli impianti. I militari del nucleo operativo ecologico, i carabinieri della stazione di Ponte San Giovanni, i tecnici Arpa, l’Asl e dai vigili del fuoco muniti di autoscala hanno perlustrato tutta la zona. Alcuni rilievi hanno dato esito immediato. Gli investigatori avrebbero trovato riscontro – scrive il quotidiano – per gli illeciti commessi sia per la quantità dei rifiuti stoccati, sia per la tipologia. Sarebbero troppi rispetto a quelli che l’azienda è autorizzata a trattare e detenere, per di più mescolati in modo vietato.

I militari del Noe, inoltre, ieri hanno eseguito dei sequestri, sia all’interno che all’esterno della recinzione della ditta. All’interno dell’azienda sono stati sequestrati alcuni cumuli di rifiuti. Intanto proseguono gli accertamenti per l’inchiesta principale, quella dell’incendio doloso. Al momento non ci sono iscritti nel registro degli indagati, ma dalle immagini delle telecamere si attendono altri esiti. Qualcuno avrebbe potuto appiccare le fiamme.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*