Incendio Biondi recuperi, parla un residente: “Respiriamo quest’aria tutti i giorni” 🔴 L’INTERVISTA

 
Chiama o scrivi in redazione


Incendio Biondi recuperi, parla un residente: “Respiriamo quest’aria tutti i giorni”

Vive e lavora a Ponte san Giovanni ed è seriamente preoccupato per l’incendio scoppiato alla Biondi recuperi di Ponte San Giovanni. E’ il secondo nel giro di un anno e tre mesi, ma “nel corso del tempo – dice un cittadino -, si è arrivati anche a 5 incendi”.

E’ profondamente indignato e ai nostri microfoni ha parlato liberamente esprimendo il suo pensiero e preoccupazione. “E’ stato fatto un comitato di cittadini, delle riunioni e le risposte sono state zero”.

Un’altra domenica di incendio con rischi che si vanno a complicare in un ambito che ha già le sue peculiarità: “Avevamo attivato una serie di sensibilizzazioni con tutte le persone che vivono e lavorano qui” – ha spiegato.

L’incendio era visibile anche da Gubbio con un fungo che si espandeva nella zona verso Assisi e Torgiano: “Una volta qui c’era solo la campagna e non c’era nulla – dice il cittadino – e Biondi recuperi faceva solo la raccolta di ferro, poi si è evoluta, ma le attività che vengono fatte in questa azienda devono garantire i lavoratori e cittadini che vivono qui”.

E poi: “Sono cose che ti fanno cadere letteralmente le braccia. E’ intervenuta la commissione antimafia, sono state fatte una serie di riunioni. Ormai è l’ennesima volta, questo territorio ha bisogno di maggiore attenzione, le cose che sono state fatte fino ad ora sono risultate tutte insufficienti. Noi abitiamo qui e respiriamo quest’aria tutti i giorni. E’ inaccettabile”.


1 Trackback / Pingback

  1. Incendio Biondi recuperi, spento nel corso della notte, indagini in corso

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*