Giornata infernale sull’A1, muoiono padre e figlio, ieri sera anche un camionista [Video]

Giornata infernale sull’A1, muoiono padre e figlio, ieri sera anche un camionista. Una famiglia della provincia di Caserta distrutta. Muoiono il padre di 33 anni, il figlio di 9, davanti agli occhi della moglie che rimane ferita. La tragedia è successa ieri mattina lungo l’autostrada del Sole, sull’A1, tra Orvieto e Fabro, al chilometro 433, in direzione Nord verso Firenze. Un drammatico incidente stradale tra la loro auto e un autoarticolato, sembrerebbe straniero, che poi in serata è stato arrestato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’esatta dinamica è ancora al vaglio degli inquirenti, ma dalle prime ricostruzioni risulta che un mezzo pesante carico di pasta avrebbe sbandato all’improvviso, finendo per agganciare con il rimorchio l’auto con a bordo la famiglia che in quel momento stava sorpassando per poi ribaltarsi sull’auto stessa e incendiarsi.

LEGGI ANCHE: Incidente tra Orvieto e Fabro, scontro tra auto e camion, morti padre e figlio di 10 anni FOTO

La donna si è salvata grazie agli agenti che della polizia, arrivati subito sul posto, che l’hanno tirata fuori prima che la macchina si incendiasse. Per il marito e il figlio non c’è stato nulla da fare, sono morti insieme lì dentro, nel rogo che ha distrutto la loro auto e lo stesso camion. Feriti lievi anche tra gli altri automobilisti, anche un agente della Polstrada si è ustionato. Illeso il camionista e la donna che viaggiava con lui. Sul posto oltre alla Polstrada, anche i vigili del fuoco, il 118 e autostrade per l’Italia.



E’ arrivato anche il magistrato di turno Raffaele Iannella. Per spegnere le fiamme è stato necessario chiudere il tratto autostradale interessato. Non sono mancati le ripercussioni sul traffico. Stavano andando al Gaslini di Gevona, partiti da Caserta, per una visita medica e così a mezza Italia la loro vita si è spezzata davanti a una donna che ora si trova ricoverata al Santa Maria della Stella di Orvieto. In stato di shock è sopravvissuta, le è stato diagnosticato un trauma toracico.

Ma la giornata infernale dell’A1 continua e in tarda sera un nuovo incidente mortale si è verificato più o meno sullo stesso tratto, ma al chilometro 438. Quattro tir si sono scontrati e tre hanno preso fuoco. Un autotrasportatore è deceduto, come l’incidente del mattino, poco prima del casello di Fabro. Il deceduto è il conducente del veicolo che ha urtato in velocità gli altri che erano incolonnati per il restringimento dovuto all’incidente della mattina. Di lui non si sa ancora nulla perché il veicolo è di nazionalità polacca ed è andato completamente a fuoco.Anche qui tante pattuglie della Polstrada e squadre dei vigili del fuoco di Terni e Orvieto. Code lunghe chilometri si sono subito formate. L’A1 è stata riaperta ieri sera, prima in sud e poi in nord. A nord il traffico passa all’interno dell’area di parcheggio Ritorto per consentire ad Autostrade di ripristinare il tratto stradale. Gli altri conducenti sono stati medicati ma sono feriti lievemente. I 4 veicoli trasportavano: il primo bottiglie di vetro, un furgoncino vuoto, un mezzo pesante con frutta e ortaggi e il mezzo pesante del deceduto con burro e margarina.

LEGGI ANCHE: Incidente stradale sull’autostrada A1, coinvolti mezzi pesanti, ci sarebbe un morto [Video]

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*