Gaetano Ruiz, morto sul lavoro, Gualdo si prepara all’addio

Il 44enne tecnico era noto e stimato in città, morto durante un sopralluogo a Modena

Gaetano Ruiz, morto sul lavoro, Gualdo si prepara all'addio

Gaetano Ruiz, morto sul lavoro, Gualdo si prepara all’addio

Gaetano Ruiz de Ballesteros, geometra di 44 anni originario di Gualdo Tadino, ha perso tragicamente la vita durante un sopralluogo su un capannone a Modena. L’incidente è avvenuto lunedì scorso, quando il professionista umbro era partito per una trasferta di lavoro di due giorni nel capoluogo emiliano, incaricato di effettuare alcuni rilievi tecnici propedeutici a un progetto di riqualificazione di uno stabile dismesso, in passato sede di un’importante azienda logistica.

Purtroppo, mentre stava svolgendo i suoi accertamenti, una porzione del tetto sul quale era salito è improvvisamente crollata, facendolo precipitare da un’altezza di circa sei metri. I soccorsi prontamente allertati dai colleghi non hanno purtroppo potuto far nulla per salvargli la vita, lasciando sgomenta l’intera comunità di Gualdo Tadino, dove il geometra era molto conosciuto e stimato.

La salma di Gaetano Ruiz è stata messa a disposizione della Procura di Modena, che ha aperto un fascicolo sull’incidente per fare piena luce sulle cause della tragedia e sull’eventuale mancato rispetto delle norme di sicurezza per i lavori in quota. Le indagini sono state affidate alla polizia e agli ispettori della locale Azienda Sanitaria Locale.

Il 44enne geometra lascia la compagna Valeria, anch’essa professionista nel settore, e una bambina di soli 3 anni. Gaetano Ruiz era molto legato alla sua città natale, dove collaborava anche con lo studio tecnico del suocero, altro geometra noto in zona. Appassionato di musica, suonava il basso ed era stato per anni un acceso tifoso della Porta di San Facondino, la sua contrada di appartenenza, come i fratelli e la sorella.

Tutta la comunità di Gualdo Tadino si è stretta attorno al dolore della famiglia Ruiz, in attesa del rientro della salma del loro caro, vittima di uno dei troppi incidenti mortali sul lavoro registrati in Italia solamente nella giornata di ieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*