Furti alle auto in sosta a Perugia, preso il terrore di via Pellas

 
Chiama o scrivi in redazione


Furti alle auto in sosta a Perugia, preso il terrore di via Pellas

Preso il terrore di via Pellas. E’ così l’assaltatore e lo scippatore e stato arrestato e condotto in carcere. E’ un tunisino, già noto alle forze di Polizia e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, il responsabile degli assalti alle auto in sosta, denunciati nell’ultimo periodo, compresi quelli di via Pellas. Ad incastrarlo la geolocalizzazione del cellulare rubato  auna donna nel corso dell’ultimo raid.

© Protetto da Copyright DMCA

L’uomo, grazie all’intervento delle Volanti della Questura di Perugia, è stato bloccato dopo un lungo inseguimento, anche a piedi, nella zona di Porta Pesa. Il soggetto, aveva, appunto la borsa rubata alla donna poco prima dall’auto in sosta, con dentro il telefono e i documenti. A richiedere la pattuglia era stata la stessa donna.

Un’agente è sceso dall’auto e ha iniziato l’inseguimento a piedi lungo le vie cittadine, mentre i colleghi, in parte a piedi in parte con le autovetture di servizio hanno ristretto lo spazio circostante del fuggitivo.

L’uomo, nonostante fosse molto veloce è stato bloccato dall’agente che non l’ha mai perso di vista, riuscendo anche a localizzare e memorizzare i punti in cui il tunisino si liberava della refurtiva gettandola durante la fuga. L’uomo, come detto, è stato fermato nei pressi di Porta Pesa e gli agenti hanno recuperato la refurtiva della donna, il cellulare e il bancomat.

Il nordafricano aveva anche una piccola quantità cocaina ed anche per questo sanzionato. L’Autorità giudiziaria, come già detto, ha convalidato l’arresto disponendo la misura cautelare in carcere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*