Fuga di gas ed esplosione al campo sportivo, nessun morto, per fortuna

Fuga di gas ed esplosione al campo sportivo, nessun morto, per fortuna

Un boato e poi un’esplosione! Uno scoppio così forte da far crollare parte degli spogliatoi del campo sportivo di Casenuove di Magione. E’ accaduto nella serata di venerdì, poco prima delle 21: da poco erano terminati gli allenamenti della squadra di calcio.


di Morena Zingales


L’esplosione sembra sia stata causata dal malfunzionamento della caldaia. Per fortuna solo tre feriti, in maniera non grave. Sul posto sono arrivate immediatamente tre ambulanze partite dall’ospedale Santa Maria della Misericordia per soccorrere le persone rimaste ferite e che avevano bisogno di urgenti cure. E’ ricoverato nella struttura complessa di Dermatologia, diretta dal prof. Luca Stingeni, l’uomo di 50 anni trasportato all’Ospedale di Perugia per le ustioni riportate. Il 34enne, con policontusioni, è ricoverato in OBI (Osservazione Breve Intensiva) dell’Ospedale di Perugia. Dimesso un giovane di 26 anni che ha riportato qualche escoriazione, con una prognosi di circa 15 giorni.

Sul posto, oltre alle ambulanza, anche i vigili del fuoco di Perugia, in supporto anche una squadra di Castiglione del Lago e il funzionario di turno, e i Carabinieri. E’ stato inviato il carro crolli con attrezzature specifiche alla ricerca persone e il Nucleo Investigativo Antincendio, per escludere che sotto le macerie vi fossero altre persone oltre ai feriti portati in salvo.

Il sindaco di Magione Giacomo Chiodini dai primissimi minuti ha seguito sul posto tutte le operazioni di soccorso.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*