Finanza requisisce 70 mila mascherine da Cina ordini più alti di richieste

 
Chiama o scrivi in redazione


Finanza requisisce 70 mila mascherine da Cina ordini più alti di richieste

Finanza requisisce 70 mila mascherine da Cina ordini più alti di richieste

Un carico da 70mila mascherine, 21mila filtranti (Ffp3) e 49mila di tipo chirurgico, provenienti dalla Cina e acquistate da una società del settore dell” antinfortunistica di Falconara Marittima, in provincia di Ancona, venerdì è stato intercettato all” Interporto di Bologna dalla Guardia di Finanza e dai funzionari della Dogana che ne hanno impedito l” illecita introduzione in Italia. Dopo una segnalazione del Nucleo di polizia economica finanziaria di Ancona, i finanzieri hanno riscontrato irregolarità nei documenti della spedizione.

Dalle bolle preparate dalla società, per eludere requisizioni, la merce sembrava dovesse essere destinata a due ospedali in Campania e a un” associazione della Protezione civile in Umbria, ma il numero di dispositivi ordinati dalle strutture sanitarie e dai volontari. era nettamente inferiore. L” importatore è stato denunciato per falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, le mascherine in più sono state requisite./Agenzia nazionale stampa associata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*