Donna accoltellata dal marito a Tuoro, l’uomo interrogato in carcere

La 34enne ferita gravemente ha raccontato l'accaduto ai carabinieri, mentre proseguono le indagini sull'aggressione

Donna accoltellata dal marito a Tuoro, l'uomo interrogato in carcere

Donna accoltellata dal marito a Tuoro, l’uomo interrogato in carcere

Questa mattina, in carcere, è stato interrogato il 34enne marocchino che ha accoltellato più di dieci volte la moglie, ferendo anche la figlia di cinque anni a una gamba, a Tuoro sul Trasimeno. Durante l’interrogatorio, l’uomo ha ammesso di aver agito spinto dalla gelosia, esprimendo pentimento per il suo gesto e chiedendo notizie sulla salute della moglie e della bambina.

Nel frattempo, la donna, che sta mostrando segni di miglioramento, è stata ascoltata dai carabinieri in ospedale. Il suo racconto, breve ma drammatico, ha confermato quanto gli investigatori avevano già ipotizzato. Tuttavia, le sue condizioni attuali non permettono ulteriori pressioni, e gli investigatori torneranno a interrogarla in un momento successivo.

Attualmente, la donna si trova nel reparto di rianimazione, dove i medici, pur essendo cautamente ottimisti, non hanno ancora sciolto la prognosi. È stata informata sullo stato di salute della figlia, che è stata ferita anch’essa dal padre durante l’aggressione. Nonostante il trauma subito, la piccola sta ricevendo le cure necessarie e la madre è stata rassicurata sulle sue condizioni.

La vita della donna è stata salvata dall’intervento tempestivo e professionale dell’équipe chirurgica che l’ha operata. Anche se le sue condizioni richiedono ancora attenzione e riposo, i medici confidano in un progressivo miglioramento.

La vicenda ha scosso profondamente la comunità di Tuoro sul Trasimeno, che ora attende con speranza il pieno recupero delle vittime e si interroga sulle motivazioni di un gesto così violento. Le autorità proseguiranno le indagini per chiarire ulteriormente i dettagli dell’accaduto e garantire che giustizia sia fatta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*