Difendono l’amico gay e vengono massacrati di botte, succede a San Benedetto del Tronto

 
Chiama o scrivi in redazione


Difendono l'amico gay e vengono massacrati di botte, succede a San benedetto del Tronto

Difendono l’amico gay e vengono massacrati di botte, succede a San enedetto del Tronto

Movida molesta a San Benedetto del Tronto tra un gruppo di ternani e alcune persone del posto. Massacrati di botte perché avevano difeso un amico omosessuale dall’aggressione verbale e fisica da parte di alcuni ragazzi di San Benedetto del Tronto. L’aggressione è accaduta tra il centro e il lungomare. I carabinieri hanno ascoltato la loro testimonianza e stanno cercando di ricostruire i fatti. I ragazzi hanno riportato ferite al volto ma anche in altre parti del corpo. Una volta raggiunto autonomamente l’ospedale, hanno affermato di essere stati aggrediti intorno alle 4 del mattino da un gruppo di giovani del posto, in due distinti momenti: il primo in via Matteotti e il secondo nei pressi dell’abitazione presa in affitto in via Laberinto. Gli aggressori hanno anche tentato di sfondare la porta. In entrambi gli episodi sono stati chiamati i carabinieri. Gli aggressori all’arrivo dei lampeggianti si sono dileguati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*