Covid, chiude ristorante a Magione, nessun altro positivo oltre la cuoca

 
Chiama o scrivi in redazione


Pd, un contributo per chi si candiderà alla segreteria regionale
Giacomo Chiodini (Sindaco di Magione)

Covid, chiude ristorante a Magione, nessun altro positivo oltre la cuoca

Il ristorante Faliero, conosciuto anche come “La Maria”, a Montebuono di Magione è stato chiuso per isolamento preventivo Covid-19. Il sindaco di Magione Giacomo Chiodini ha firmato l’ordinanza 119 il quale ha disposto, “l’immediata sospensione dell’attività di bar-ristorante denominata Faliero per 72 ore, riducibili qualora i risultati dell’inchiesta epidemiologica, effettuata dalla Usl Umbria 1, e i relativi referti lo permetteranno e che i soggetti definiti contatti stretti, successivamente riconfermati, dovranno rimanere in isolamento per 14 giorni dall’ultimo contatto con il caso mentre i restanti contatti dovranno rimanere in isolamento fino al risultato dei tamponi”.

«Chiuso per isolamento preventivo Covid-19». E’ il cartello che gli avventori del ‘Faliero’, hanno trovato appeso alla porta, annunciando aggiornamenti sulla pagina Facebook.

La cuoca è stata trovata positiva al covid. Si tratta nella madre di un contagiato di Panicale che era assistito da una persona rientrata dall’estero. A tutto lo staff di Faliero sono stati fatti dei tamponi. Sono buoni i primi risultati dei test sul personale: nessun altro infetto al momento tra i colleghi della persona contagiata.

Sono minime le possibilità di trasmissione del virus ai clienti del noto locale, famoso in tutta l’Umbria per le sue torte al testo: chi ha mangiato lì può stare sufficientemente tranquillo. Non solo perché dai primi risultati dei tamponi nessuno dello staff risulterebbe positivo, ma anche perché la persona contagiata – non residente a Magione – è addetta esclusivamente alla cucina e sembra non aver avuto contatti diretti con la clientela.

Rimane comunque in vigore l’ordinanza di sospensione dell’attività almeno fino a domenica prossima. Si tratta di 72 ore di chiusura che potrebbero essere ridotte qualora dovessero andare bene tutti gli approfondimenti sanitari sul personale coinvolto. Una speranza concreta alla luce dei primi risultati registrati oggi nel pomeriggio

Sono in corso ulteriori approfondimenti dell’autorità sanitaria e si rimane in attesa dell’esito degli ultimi tamponi. Sull’evoluzione della vicenda si forniranno tutti i doverosi aggiornamenti. I casi di Magione risultano quindi limitati alla persona risultata positiva qualche giorno fa dopo un rientro dall’estero.


[embeddoc url=”https://www.umbriajournal.com/wp-content/uploads/2020/08/ordinanza_n_81.pdf” download=”all”]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*