Covid, 12 nuovi contagi su 535 tamponi, impennata del tasso di positività

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid, 12 nuovi contagi su 535 tamponi, impennata del tasso di positività

Covid, 12 nuovi contagi su 535 tamponi, impennata del tasso di positività

Sono 12 i nuovi casi di positività al Covid accertati in Umbria nelle ultime 24 ore. Due sono a Cannara che porta il totale dei positivi a 8. Il sindaco ha comunicato anche l’isolamento di 70 persone, di cui 50 sono già negativi. A Città di Castello una famiglia albanese di 4 persone è stata contagiata dopo il rientro dalla loro terra di origine. Altri 5 casi sono a Terni, dove due bambini di 3 e 6 anni hanno contratto il virus. Positivi anche due dipendenti scolastici di 57 e 59 anni e un 29enne venuto a contatto con persone positive provenienti dall’estero, poi c’è un caso a Citerna. Si registrano due ricoverati in più, di cui 2 in terapia intensiva: 10 a Terni e 7 a Perugia.Segnalati tre nuovi guariti a Panicale, Bastia Umbra e Collazzone. Gli attualmente positivi passano così da 362 a 371.

Il numero dei guariti sale da 1.473 a 1476, stabile a 5 quello dei clinicamente guariti, mentre in isolamento contumaciale si trovano 354 persone, 1.928 quelli in totale. Le persone decedute sono 81. Le persone contagiate in totale dall’inizio dell’emergenza sono 1.928. Il dato comprende gli attuali positivi (371), i guariti (1.476) e i deceduti (81).

La curva del contagio non accenna a stabilizzarsi: il tasso di positività dei tamponi effettuati, 535, risulta infatti il più elevato dell’estate. Coi positivi certificati ieri è salito a 1.928 il totale dei casi censiti in Umbria dall’inizio dell’epidemia con un’incidenza cumulativa di 219 contagiati ogni 100mila abitanti.

Si allarga anche il cluster di Cannara dove coi due segnalati ieri, i positivi sono saliti a otto, cinque dei quali appartenenti a uno stesso nucleo familiare. Il sindaco di Cannara, Fabrizio Gareggia, ha inviato una nota sui casi positivi: “Nell’ultima settimana, sul territorio comunale di Cannara, sono stati riscontrati otto casi di positività al coronavirus, dei quali cinque appartenenti ad un medesimo nucleo familiare. Grazie al tempestivo intervento del Dipartimento di Prevenzione della USL 1 dell’Umbria, in sinergia con l’Amministrazione Comunale, è stato immediatamente identificato il cluster epidemico e sono stati adottati tutti i provvedimenti di contenimento, monitoraggio e assistenza ai cittadini interessati attraverso la Protezione Civile. Alla data odierna, gli otto casi positivi sono in quarantena domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Complessivamente, tra soggetti provenienti da zona rossa e contatti di caso, sono circa settanta le persone in isolamento domiciliare fiduciario. Di queste, già oltre 50 sono state sottoposte a tampone con esito negativo. “La situazione è sotto controllo, bisogna semplicemente rispettare poche regole di buon senso che tutti conosciamo. Ogni allarmismo mi sembra fuori luogo: la nostra è una condizione simile a tanti altri comuni e non sono necessarie al momento misure particolari o ulteriori rispetto a quelle che stiamo già adottando”.

A Terni 5 nuovi positivi: Ai due bambini di tre e sei anni positivi al Coronavirus comunicati nel bollettino aziendale di ieri pomeriggio, si aggiungono due dipendenti di 57 e 59 anni di un istituto scolastico del comune di Terni. Entrambi i casi sono stati individuati tramite contact tracing effettuato tempestivamente dai sanitari del servizio di igiene e sanità pubblica della Asl diretto dalla dr.ssa Luisa Valsenti. I due soggetti presentano sintomatologia lieve e si trovano in isolamento contumaciale presso il proprio domicilio. Il terzo caso riguarda un soggetto di 29 anni, residente a Terni, con sintomatologia lieve, venuto a contatto con persone positive provenienti e residenti all’estero. È in isolamento domiciliare contumaciale.

Nella mappa del contagio, ieri la Usl Umbria 1 ha censito 4 nuovi casi a Città di Castello dove è risultata positiva un’intera famiglia di rientro dall’Albania. L’appello del sindaco di Città di Castello: “Per questo inizio di settimana i dati parlano di quattro nuovi positivi che fanno salire a sette il numero dei contagiati ufficiali a Città di Castello. E’ quanto dichiara il sindaco di Città di castello Luciano Bacchetta. Si tratta di una famiglia di origine albanese, – padre, madre e due figli – da poco rientrati dal loro paese, dove evidentemente hanno contratto il virus. Sono residenti nella nostra città e la Asl ha previsto l’isolamento domiciliare per evitare qualsiasi tipo di contatto mentre si sta lavorando a ricostruire la catena epidemiologica. Il fatto che i quattro positivi di oggi siano una famiglia in qualche modo circoscrive la dimensione del possibile contagio. Invitiamo a limitare, quando non sia necessario, i viaggi nei paesi dell’Est.
Questa casistica di contagio si sta consolidando: molte persone di ritorno da paesi dell’Est, in particolare paesi slavi, sono risultati positivi. In Umbria, nell’ultima settimana, i positivi sono aumentati anche se a Città di Castello la situazione è ancora buona: riguardo ai 3 già positivi non ci sono novità di rilievo, speriamo che si negativizzino quanto prima.  Stiamo avvicinandoci al 14 settembre, quando si riapriranno le scuole, data che sarà una cartina di tornasole significativa e per questo dobbiamo adottare e rispettare ogni possibile misura di sicurezza a partire dalla prevenzione personale dal virus. La vita sociale deve andare avanti ma ci saranno controlli per garantire il ritorno in aula nella massima sicurezza possibile“.
Acquasparta 5
Alviano 1
Amelia 2
Assisi 5
Avigliano Umbro 2
Bastia Umbra 12
Bettona 4
Bevagna 4
Cannara 8
Cascia 2
Castel Ritaldi 1
Castel Viscardo 1
Castiglione del Lago 2
Citerna 3
Città della Pieve 2
Città di Castello 6
Collazzone 4
Corciano 9
Deruta 10
Ferentillo 1
Foligno 15
Fratta Todina 1
Fuori regione 43
Giano dell’Umbria 4
Gualdo Cattaneo 2
Gubbio 19
Magione 3
Montecastrilli 3
Montefalco 2
Narni 15
Nocera Umbra 2
Norcia 9
Orvieto 5
Panicale 6
Passignano sul Trasimeno 4
Perugia 43
Piegaro 3
San Gemini 2
San Giustino 3
San Venanzo 1
Spello 2
Spoleto 4
Stroncone 9
Terni 65
Todi 8
Torgiano 2
Trevi 1
Umbertide 10

1 Commento

  1. C’è tanta gente rientrata dal mare come dalla Sardegna e Sicilia ecc…che hanno forse effettuato un primo tampone all’uscita della nave e che spero si mettono in quarantena per poi ripetere il secondo tampone e spero che non ritornino subito ai loro lavori bisogna avere prudenza e essere sicuri che non hanno riportato il virus.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*