Controlli dei Carabinieri sul green pass rafforzato, poche sanzioni

Controlli dei Carabinieri sul green pass rafforzato, poche sanzioni

Controlli dei Carabinieri sul green pass rafforzato, poche sanzioni

I Carabinieri di Perugia, nella settimana appena trascorsa, hanno intensificato, attraverso un massiccio dispositivo di pattuglie, l’azione di vigilanza sull’acropoli cittadina e sull’hinterland perugino, al fine di reprimere ogni forma d’illegalità nonché a procedere al controllo del rispetto della normativa CoVid-19.


Fonte: Comando Provinciale Carabinieri di Perugia


Le pattuglie sul territorio con l’effettuazione di numerosi posti di controllo, incrementati per prevenire anche i reati di tipo predatorio, hanno controllato 195 autovetture e 476 persone, procedendo a elevare 14 sanzioni per violazioni al Codice della Strada, di cui:

  • due per guida senza patente;
  • una per guida con patente revocata;
  • tre per divieto di sosta;
  • quattro per mancata revisione;
  • tre per assicurazione non in regola;
  • una per uso telefono cellulare alla guida.

Contestualmente, il personale impiegato nel servizio di controllo del territorio ha proseguito anche nell’attività di verifica del rispetto della normativa CoVid-19. Nel periodo tra il 10 e il 17 gennaio, i militari hanno proceduto alla verifica a campione di 416 persone e di 107 attività ed esercizi commerciali, relativamente al riscontro del “green pass rafforzato” e “green pass semplice”, elevando una sola sanzione per l’inosservanza della quarantena a seguito di contagio.

I dati sopra riportati evidenziano quindi come vi sia un grande buon senso e rispetto della normativa da parte della cittadinanza nonché una risposta diligente degli esercizi pubblici del capoluogo umbro e del suo hinterland.

Inoltre, in questi giorni di shopping frenetico dovuto ai saldi invernali, i militari della Compagnia di Perugia, unitamente a quelli dell’Aliquota di Primo Intervento (A.P.I.) sono stati impiegati, in particolare, nel pomeriggio e serate trascorse, presso il centro commerciale di Collestrada, in uno specifico servizio, disposto dal Comando Provinciale, finalizzato principalmente al controllo delle aree adiacenti al centro commerciale nonché di quelle interne allo stesso, al fine di garantire uno shopping sicuro ai numerosi cittadini presenti e prevenire, nel contempo, eventuali situazioni di minacce che possono trovare terreno fertile in momenti di grande aggregazione.

1 Commento

  1. Li chiamavamo di continuo quando ricevevano la visita degli zingari che tentavano di accedere a modo loro nella nostra proprietà privata. Li avessimo mai visti una volta. Anzi di infastidivano pure.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*