Cittadinanzattiva indaga su accesso alle prestazioni sanitarie in Umbria

Cittadinanzattiva indaga su accesso alle prestazioni sanitarie in Umbria

Cittadinanzattiva indaga su accesso alle prestazioni sanitarie in Umbria

“ Dietro i ritardi nelle prestazioni sanitarie ai cittadini non ci sono solo numeri ma persone che hanno diritto di tornare a curarsi”, così Paola Giulivi, segretaria regionale di Cittadinanzattiva regione Umbria APS.


di Mario Mariano


  • Ripristinare il diritto alla salute

“Il diritto alla salute va ripristinato nella sua interezza ora che la pandemia sembra sotto controllo e anche l’Umbria è ripartita in tutte le sue attività. Il senso di ottimismo che trapela nelle dichiarazioni che sono state fatte  dell’Assessore Coletto- prosegue Giulivi – sono in contrasto con le segnalazioni che quotidianamente ricevono i nostri uffici del Tribunale per i diritti del malato e proprio a causa delle segnalazioni che sono pervenute con crescete insistenza nelle ultime settimane  abbiamo deciso di promuovere un’indagine civica online con questionario anonimo che ha l’obiettivo di conoscere e registrare le difficoltà vissute dai cittadini a causa delle prestazioni sanitarie rimandate e cancellate, durante la fase più critica dell’epidemia da Covid-19”.

  • Calo del 22,5 % dei ricoveri ospedalieri e del -30,4% delle visite di controllo

Secondo i dati in possesso di Cittadinazaattiva nelle fasi più acute della pandemia è stato registrato un calo del 22,5 % dei ricoveri ospedalieri e del -30,4% delle visite di controllo. Il sistema ha reagito troppo lentamente negli interventi terapeutici anche per la cronica mancanza di personale sanitario.

“E’ fondamentale pertanto monitorare il grado di accesso alle prestazioni per chiedere alla Regione di attuare una strategia trasparente – è la proposta avanzata da chi tutela i cittadini/utenti . Un piano  condiviso ed efficace, puntando su politiche sanitarie che rimettano al centro il paziente e investano sull’assunzione di professionisti sanitari, laddove è più necessario”.

La nota conclude con un invito rivolto a tutti i cittadini e i pazienti di compilare il questionario anonimo cliccando a questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSe7-Sl0HbjKpS-Ump8XKbjiJ6qo-VCYPQMwfVY4GXUrTf4CWg/viewform

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere agli uffici del Tribunale per i diritti del malato presenti negli ospedali di:

Perugia – il martedì e il mercoledì ore 9.30/12 tel. 075 5783212 ;

Spoleto – il venerdì ore 10/12 tel. 0743 210261

Città di Castello – il martedì ore 9/12 tel. 075 8932861

Terni – il lunedì e il mercoledì ore 9/12 tel .0744 205051

Narni – il giovedì ore 9/12 tel 0744 740246

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*