Casaglia sotto assedio: ondata furti nella popolosa frazione perugina

I ladri colpiscono inaspettatamente la tranquilla Casaglia

Casaglia sotto assedio: ondata furti nella popolosa frazione perugina

Casaglia sotto assedio: ondata furti nella popolosa frazione perugina

Casaglia sotto assedio – Per un lungo periodo di tempo la frazione di Casaglia era considerata immune dalla presenza dei ladri in quanto non avvenivano furti o violazioni nelle abitazioni. Purtroppo, per i residenti della frazione, da qualche giorno Casaglia é stata presa di mira dai delinquenti e in questo periodo sono stati segnalati vari tentativi di accesso alle villette residenziali e ad alcuni appartamenti in condominio.

di Francesco Gori

La cosa curiosa é che i reati vengono perpetrati tra le ore 18 e le 19:30 e il fatto che preoccupa é che in uno di questi tentativi di furto nell’appartamento c’erano i proprietari ed é stato un caso che non si siano immediatamente accorti di quanto stava accadendo solo successivamente, reciprocamente – ladri e residenti – sentendo i rispettivi rumori e suoni che indicavano presenze, i ladri immediatamente si sono dati alla fuga e i proprietari hanno scoperto la violazione con evidenti danni alla cerniera della finestra. In un un altro caso , invece, la telecamera di video sorveglianza posta all’interno della villetta, ha potuto riprendere i movimenti del ladruncolo che coperto da cappellino e mascherina bianca (n.d.r. quelle sanitarie che si utilizzavano sotto Covid ) si aggirava sgrufolando tra cassetti e mobiletti alla ricerca di oggetti da sottrarre.

Altro fatto é avvenuto a distanza di due giorni, in un’altra villetta dove due individui , sempre opportunamente camuffati con cappellini e mascherine, nel tentativo di forzare una serranda verticale, utilizzando il classico strumento chiamato “piede di porco”, hanno fatto scattare l’allarme dotato di ben tre sirene , tanto che il grande frastuono ha messo in fuga i due malviventi lasciando lo strumento di metallo a terra incastrato nella serranda.

E’ sorta spontanea la valutazione del motivo sul perché questi furti vengono consumati in uno specifico arco di tempo : 18 e 19:30. Trovata la spiegazione: in questo lasso di tempo avviene il cambio di turno delle pattuglie delle forze dell’ordine e quindi eventuali chiamate d’intervento vengono rallentate da questa circostanza logistica. Della serie anche i ladri fanno “corsi di aggiornamento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*