Buche addobbate a Natale, lo ha fatto il vicinato di San Lorenzo della Rabatta

Buche addobbate a Natale, lo ha fatto il vicinato di San Lorenzo della Rabatta

Il vicinato di San Lorenzo della Rabatta (PG) ha deciso di festeggiare in maniera decisamente originale il Natale 2022, addobbando tra festoni, stelle di Natale e pupazzetti di elfi e fate… le buche del manto stradale.

Come tante altre zone del Comune di Perugia e non solo, la strada che sale al borgo di San Lorenzo della Rabatta, tra Cenerente e Monte Tezio è ridotta a un colabrodo. Quando piove poi l’acqua fangosa scende dal bosco (anche a causa dei fossi mal tenuti e dei lati della strada non puliti), coprendo completamente la strada.

Le buche diventano invisibili. Ed ogni buca centrata, o quasi, significa una ruota distrutta da sostituire. Sono già almeno una decina negli ultimi mesi, a giudicare da un conteggio informale tra vicini, le ruote distrutte in questa maniera.

Una ruota intera, peraltro, giace a lato della strada, dove qualcuno deve averla abbandonata dopo la necessaria sostituzione. Due anni fa gli abitanti della zona si sono occupati personalmente di riempire qualche buca con bitume acquistato in ferramenta, in maniera artigianale, e di ripulire i fossetti con le zappe, ma queste soluzioni “arrabattate” non bastano più.

Ripetute segnalazioni al Comune, ai Vigili e alle autorità varie hanno sortito poco effetto: un sopralluogo, ma nessuna riparazione in vista. Ecco allora l’idea, nata da un tam-tam sui social: alleggerire il peso della situazione con un’iniziativa goliardica.

Del resto, il vicinato di San Lorenzo della Rabatta, dove abitano circa 30 famiglie, è un posto con una viva socialità, grazie alla decennale attività dell’associazione La Rabatta APS e alla presenza di un parco, il Giardino dell’Amicizia, in cui si svolgono diverse iniziative durante l’anno. Questa domenica 18 dicembre, un gruppetto di abitanti della zona si è riunito per prestare omaggio alle buche stradali, diventate così importanti nelle loro vite. C’è la buca decorata con ghirlanda natalizia, quella dove spuntano due stelle di Natale, ed elfi e folletti aggiunti dai bimbi fanno capolino tra le fronde.

La speranza è che le immagini e i sorrisi che provocano portino un po’ di attenzione sulla situazione e si vedano presto arrivare, al posto della slitta di Babbo Natale, camion, lavoratori e materiali che si occupino di rimettere in sesto questa (e tutte le altre) strade…. per un felice 2023!


2 Commenti

  1. Speriamo che questo sia un metodo efficace
    io per andare a Ponte San Giovanni mercoledi notte e pioveva a dirotto era un continuo prendere non buche ma crateri
    Sono rimasta scioccata
    Pensavo che non c’è l’avrei fatta
    consento la pubblicazione del commento

  2. L’idea sarebbe anche buona se servisse a scuotere l’amministrazione comunale. Ma ormai non c’è più speranza e del problema viabilità (diventato nel tempo gigantesco) se ne dovrà occupare chi vincerà le prossime elezioni del 2024.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*