Assalti nei supermercati di Ponte Felcino e Bastia Umbra, presi i due rapinatori

 
Chiama o scrivi in redazione


Assalti nei supermercati di Ponte Felcino e Bastia Umbria, presi i due rapinatori

Assalti nei supermercati di Ponte Felcino e Bastia Umbra, presi i due rapinatori

Un campano di 51 anni, incensurato, e un perugino di 39 anni (nato ad Assisi) sono i responsabili di due rapine a mano armata avvenute rispettivamente a Ponte Felcino e a Bastia Umbra. Il primo, autore materiale delle due rapine, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e da sabato sera associato al carcere di Capanne. Il secondo, invece, è stato solo denunciato a piede libero. Ad entrambi viene contestato il concorso di rapina amano armata.

Azione sinergica che si è rilevata determinate, grazie alla collaborazione dei Carabinieri di Ponte San Giovanni, al seguito del maresciallo Mirko Fringuello e i poliziotti del commissariato di Assisi, comandati dal vice questore aggiunto Francesca Domenica Di Luca. I dettagli dell’operazione sono stati comunicati oggi in una conferenza stampa congiunta alla questura di Perugia.

Due episodi di mano armata uno a Ponte Felcino nel parcheggio del supermercato Emi e il secondo all’interno del Penny Market di Bastia Umbra. Il primo episodio il 18 giugno e il secondo lo scorso 3 luglio.

Per il caso di Ponte Felcino hanno indagato i Carabinieri di Ponte San Giovanni. Una donna di 70 anni, il 18 giugno a mezzogiorno, all’esterno del supermercato è stata minacciata e derubata. Un uomo, il 51enne, carnagione scura e pistola in mano, a volto scoperto si è avvicinato intimandole a consegnarle la borsa e le chiavi della macchina. La vittima spaventata ha fatto quanto richiesto e il ladro si è dileguato con la borsa e l’auto della donna. All’interno c’erano 700 euro e uno smartphone oltre agli effetti personali della donna. La testimonianza della signora e dei passanti, oltre alle immagini di video sorveglianza della zona, lo hanno incastrato. L’auto è stata ritrovata dalla polizia nella stessa sera a Bastia Umbra.

Per il caso di Bastia umbra hanno indagato i poliziotti del commissariato di Assisi. Il 3 luglio scorso al Penny Market di via Gramsci a Bastia Umbra. Il supermercato rapinato durante l’orario di chiusura. Il bottino è di 1.600 euro, anche in questo caso si tratta di un solo rapinatore, il 51enne appunto. L’uomo è entrato al supermercato con la scusa di comprare qualcosa, poi si è messo in fila alle cassa. Arrivato il suo turno ha tirato fuori la pistola intimando la cassiera a consegnare il denaro. Una volta fatto si è dileguato fuggendo con il suo complice, il 39enne, che lo aspettava.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*