Arrestato ricercato, aveva effettuato diverse rapine nel Folignate

30 anni, italiano, ora è in carcere in esecuzione di una condanna definitiva a un anno e dieci mesi

Arrestato ricercato, aveva effettuato diverse rapine nel Folignate
ADRIANO FELICI

Arrestato ricercato, aveva effettuato diverse rapine nel Folignate

Gli Agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Foligno hanno arrestato, nel centro storico folignate ,un 30enne italiano sul quale pendeva una condanna definitiva ad un anno e dieci mesi di reclusione.

  • blitz realizzato in perfetta sinergia

L’uomo – già noto alle Forze dell’Ordine per pregresse rapine, ma anche per episodi di ricettazione, di furto, di danneggiamento e per reati in materia di stupefacenti – è stato oggetto di un blitz realizzato in perfetta sinergia dai suddetti due Uffici della Polizia di Stato, che da tempo erano sulle sue tracce in considerazione della sua elevata pericolosità sociale.

  • Aveva effettuato tante rapine a Foligno, spello e Spoleto

Negli anni il giovane aveva consumato svariate rapine a Foligno, non mancando di colpire anche in alcuni centri limitrofi, ed in particolare a Spello e a Spoleto. Per questo, da alcune settimane gli investigatori della Squadra Mobile e del Commissariato di Foligno, al seguito del dirigente Adriano Felici, avevano avviato un prezioso interscambio informativo, che ha permesso, nella giornata del 16 agosto, di addivenire finalmente alla sua localizzazione.

  • L’operazione e l’arresto

Quando sono stati sicuri di aver individuato l’appartamento in cui si nascondeva, i poliziotti, senza esitazioni, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare al fine di stanarlo. Vistosi scoperto, il giovane ha subito compreso di non avere possibilità di fuga, sicché, senza opporre resistenza, si è consegnato agli Agenti. A quel punto, realizzati tutti gli atti necessari alla sua identificazione, i poliziotti lo hanno tratto in arresto in esecuzione dell’ordine di carcerazione di cui era destinatario, dopodiché hanno provveduto ad associarlo presso la casa circondariale di Spoleto.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*