Agenti sventano suicidio, tenta di impiccarsi a 23 anni, la Polizia lo salva

 
Chiama o scrivi in redazione


Agenti sventano suicidio, tenta di impiccarsi a 23 anni, la Polizia lo salva

Agenti sventano suicidio, tenta di impiccarsi a 23 anni, la Polizia lo salva

Un ragazzo, di appen23 anni, è stato salvato all’ultimo momento dal suicidio. A sventare l’insano gesto sono stati gli agenti della Polizia dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico di Perugia, in servizio di controllo sul territorio.

  • I FATTI

Il 23enne ha telefonato al 113 in forte stato di agitazione, “voleva parlare con qualcuno per potersi scaricare di questo enorme peso”, scrive la Questura in un comunicato stampa. Ed è stata l’operatrice che ha risposto che ha cominciato subito a rassicurarlo, una conversazione interessata e finalizzata a trattenere al telefono l’uomo il più a lungo possibile, permettendo agli agenti di arrivare nel minor tempo per cercare di scongiurare il peggio.

Un intervento lampo presso un appartamento situato in uno degli ultimi piani di un condominio che gli Agenti, in costante contatto con la Sala Operativa, sono riusciti a ritrovare.
  • All’arrivo degli agenti il ragazzo era già appeso alla corda

Alla richiesta di aprire la porta di ingresso, da parte della Polizia, da dentro solo parole incomprensibili di una voce già in sofferenza. I poliziotti capita l’emergenza, non hanno atteso l’arrivo dei vigili del fuoco come vuole la procedura, ma hanno operato con velocità formidabile.

  • Salvataggio estremo

Il povero ragazzo era sospeso da terra e si era legato al collo una corda annodata ad una barra. Uno degli agenti – fulmineo – lo ha sollevato afferrando le gambe, mentre l’altro tagliava la fune con la quale voleva strozzarsi. Liberato il collo del ragazzo e accertate le condizioni di respirazione, gli agenti lo hanno adagiato su divano trovando.

  • Nella cintura dei pantaloni un messaggio di dolore

Un biglietto con scritte parole che esprimevano il proprio dispiacere per il gesto intrapreso era inserito nella cintola dei pantaloni. Nel frattempo era già arrivato il 118 per le cure necessarie.

Un’azione di squadra veloce e precisa in ogni sua azione che ha permesso di salvare una vita umana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*