Strade sicure, a Gubbio i Carabinieri aumentano i controlli

 
Chiama o scrivi in redazione


Continuano, al fine di rendere maggiormente sicure le strade di questo comprensorio, i servizi messi in atto dai carabinieri della Compagnia di Gubbio.

Nel corso di specifico servizio di controllo stradale, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà un giovane classe ’94 sorpreso alla guida della propria autovettura sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, dopo aver trascorso una serata in discoteca con degli amici. Per lui, oltre che l’immediato ritiro della patente, è scattato il sequestro dell’autovettura condotta.

I militari del comando Stazione CC di Gualdo Tadino, dando particolare attenzione ai luoghi del centro abitato, recentemente segnalati quali frequentati da giovani poco raccomandabili, hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Perugia un 24enne, sottoposto alla prescrizione della sorveglianza speciale poiché trovato in compagnia di alcuni pregiudicati nonostante esplicitamente vietato dalle prescrizioni imposte.

Lo stesso è stato fermato nella piazza del centro storico cittadino. L’attenzione dell’Arma locale è anche indirizzata a far rispettare le prescrizioni che vengono imposte solitamente a chi viene segnalato quale soggetto pericoloso per la società.

In due nei guai per “Truffa”. Gli stessi militari in relazione alle indagine svolte a seguito di un incidente tra un’Alfa GT e una Lancia Y stradale con feriti hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria due persone, una per false attestazione a Pubblico Ufficiale e l’altra per falsità in scrittura privata. Il primo, coinvolto nel sinistro stradale, dichiarava ai militari intervenuti sul posto di essere il conduttore di una delle vetture interessate al fine di discolpare l’effettivo conducente che non poteva condurre il veicolo, di grossa cilindrata, poiché neopatentato.

Il secondo, l’assicuratore, rilasciava alla parte un certificato assicurativo falsificato, con data antecedente a quella effettiva del contratto, al fine di far risultare una copertura assicurativa – dell’autovettura coinvolta – che di fatto, al momento dell’incidente ne era scoperta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*