Principale criticità organici, Penitenziaria, intensificare lavoro e formazione

Principale criticità organici, Penitenziaria, intensificare lavoro e formazione

Principale criticità organici, Penitenziaria, intensificare lavoro e formazione

“In questi giorni abbiamo visitato due degli istituti penitenziari umbri: ieri Perugia e oggi Terni. In entrambe le realtà abbiamo riscontrato una accettabile situazione dal punto di vista del sovraffollamento, che allo stato non presenta particolari criticità. E si sono ripresi o colloqui in presenza con i familiari, dopo la forzata – ma positiva – esperienza delle videochiamate.

Al tempo stesso permangono serie difficoltà legate agli organici della Polizia Penitenziaria, che svolge in quelle realtà il proprio lavoro con grande professionalità e serietà. Tra distacchi, trasferimenti e pensionamenti non rimpiazzati, mancate coperture, sono troppe le figure necessarie per adeguate forme di trattamento penitenziario. Analoga situazione negli altri istituti della regione.

Segnaleremo con ancora maggior forza DAP e Ministero questa situazione. Insoddisfacente ancora il numero di detenuti ammessi a percorsi lavorativi: occorre rafforzare questo momento fondamentale per il recupero di chi ha sbagliato e sconta una pena, così come esperienze di formazione, socialità, animazione culturale.

Oltre che essere un dovere umano e costituzionale, investire nel recupero significa una società più sicura. Anche da queste visite esce fortemente rafforzata la necessità di inserire tra le grandi riforme della Giustizia quella dell’ Ordinamento penitenziario”.

Così il deputato PD Walter Verini, membro delle Commissioni Giustizia e Antimafia

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*