Billy Hart, il maestoso batterista a Umbria Jazz, il quartet con Ethan Iverson 🔴 VIDEO

 
Chiama o scrivi in redazione




Billy Hart, il maestoso batterista a Umbria Jazz, il quartet con Ethan Iverson

“Il maestoso batterista Billy Hart ha portato la sua straordinaria capacità di rispondere e plasmare spontaneamente la concezione di una band a tre esibizioni con tre gruppi diversi. Libertà, disciplina, audacia, passione, swing, ritmo spezzato, trame orchestrali, sparring interattivo, dinamiche scioccanti, creatività e autorità sbalorditive. Vuoi sapere cos’è veramente il jazz? Ascolta Billy Hart”. Scriveva così Mark Stryker sul Detroit Free Press

Billy Hart, che ha passato gli ottanta anni, è salito sul palco del Santa Giuliana nel seconda serata di Umbria Jazz. Con Mark Turner al sassofono, Ethan Iverson, al pianoforte e il contrabbassista Ben Street. Con lui a Umbria Jazz è stato ripercorso più di mezzo secolo di storia del jazz. Il quartetto, che è stato formato nel 2003, ha suonato in venue importanti a New York.

Il batterista di Washington D.C. classe 1940, a partire dai primi anni 60, dopo un inizio passato a suonare R&B con Otis Redding e Sam & Dave, ha incrociato, dal vivo o in studio, praticamente tutti o quasi i grandi del jazz. Ecco un elenco parziale: Wes Montgomery, Jimmy Smith, McCoy Tyner, Wayne Shorter, Joe Zawinul, Herbie Hancock, Stan Getz, Miles Davis, Oscar Peterson, John Scofield, Bobby Hutcherson, Kenny Barron, Paul Bley, Dave Douglas, Chico Freeman, Shirley Horn, Lee Konitz, Charles Lloyd, Joe Lovano, Mingus Dynasty, Chick Corea e infiniti altri.

Si fece un nome suonando durante gli anni sessanta con Jimmy Smith, ma nello stesso periodo collaborò anche ad altri progetti musicali con artisti come Wes Montgomery. Durante gli anni settanta suonò con il sestetto di Herbie Hancock, con Stan Getz ed altri ancora.

Dagli anni novanta ha intensificato la sua attività di maestro, incidendo anche dei DVD didattici. In una delle recenti edizioni di Umbria Jazz, Hart aveva portato il quartetto con Joshua Redman come ospite speciale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*