Unitre di Orvieto, visita guidata alla mostra “Il Bambin Gesù delle Mani”

Unitre di Orvieto, visita guidata alla mostra "Il Bambin Gesù delle Mani": nuovo, imperdibile appuntamento con la rassegna “Tesori dell’urbe”

Unitre di Orvieto, visita guidata alla mostra “Il Bambin Gesù delle Mani”

L’Unitre di Orvieto incoraggia un nuovo, imperdibile appuntamento con la rassegna “Tesori dell’urbe” (pregevole iniziativa che si propone di far scoprire, o riscoprire, le bellezze artistiche culturali e paesaggistiche di Orvieto): la visita guidata alla mostra “Il Bambin Gesù delle Mani” (Bernardino di Betto Betti “Pinturicchio”), presso il Museo Claudio Faina in piazza Duomo.

Sono allestiti due turni: Martedì 28 Dicembre 2021 ore 10:30 e Martedì 4 Gennaio 2022 ore 10:30 (18 posti disponibili per turno).

È prevista la corresponsione di una quota individuale di ingresso al Museo: €3 per il 28 Dicembre ed €4 per il 4 Gennaio; sarà richiesto il possesso del green pass e l’utilizzo di mascherina.

Per prenotare si prega di contattare la Professoressa Maria Silvana Petrangeli Cerquetti: 339 4225985 

Il ritorno dell’artista Pinturicchio, nella città del tufo dopo mezzo millennio, si celebra con una mostra dedicata all’opera che più ha suscitato la curiosità di appassionati ed esperti d’arte: “Il Bambin Gesù delle Mani”. La mostra è stata resa possibile dalla collaborazione fra la Fondazione Claudio Faina, la Fondazione Guglielmo Giordano, attuale proprietaria dell’opera, e il Comune di Orvieto. L’affresco distaccato e riquadrato dalle stanze vaticane, rappresentava per intero la figura di Papa Alessandro VI Borgia adorante ai piedi del bambino, e la Vergine con le sembianze della dama di corte ed amante del Papa, Giulia Farnese. Pinturicchio, nell’anno fatale di Lorenzo il Magnifico, 1492, venne incaricato di lavorare al Duomo della nostra città, salvo esser richiamato a Roma da Papa Borgia prima di aver completato l’Opera. Il Vasari descrisse l’opera nel suo “Le Vite”, tuttavia fu per molti secoli rimasto inascoltato.

 

L’Unitre ringrazia di cuore la Fondazione per il Museo “Claudio Faina” per la meravigliosa disponibilità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*