Storia, arte e cialde a volontà per la ricorrenza di Sant’Ercolano

Storia, arte e cialde a volontà per la ricorrenza di Sant'Ercolano

Storia, arte e cialde a volontà per la ricorrenza di Sant’Ercolano

PERUGIA – Arte, storia e cialde. A volontà. La ricorrenza di Sant’Ercolano, che cade il 7 novembre, verrà celebrata domenica prossima, 10 novembre, con una serie di iniziative religiose e culturali. Tra queste un appuntamento di spessore organizzato da “Radici di pietra” con il titolo: “Dal Bonfigli al Regnaud – Le trasformazioni di una chiesa“. Ne parleranno, all’interno della chiesa ed alla presenza del rettore del sacro tempio, Chiara Basta, Michele Bilancia, Elio Clero Bertoldi, Franco Mezzanotte.

Al termine, come tradizione, verranno offerte le cialde di Sant’Ercolano. Ingresso e consumazioni libere.

Il tempio, a forma di chiesa-torre ed a pianta poligonale, venne costruito – sul luogo ove il santo vescovo, “defensor civitatis“, fu martirizzato nel 540 dall’esercito di Totila che aveva assediato Perugia – tra il 1297 ed il 1326. La doppia scalinata, che conduce al portale gotico (originale) venne costruita nel 1607. Decorazioni a stucco ed affreschi furono aggiunti sino al Seicento.

Le reliquie sono custodite all’interno di uno splendido sarcofago di epoca imperiale romana, con scanalature a forma di “esse” (del III sec. d.C.) ritrovato nelle campagne a nord-est di Perugia, in località Sant’Orfeto, sul quale é appoggiato l’altare.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
38 ⁄ 19 =