Trionfo e ovazioni per il pianista Maurizio Mastrini ad Orvieto

 
Chiama o scrivi in redazione


Trionfo e ovazioni per il pianista Maurizio Mastrini ad Orvieto

Trionfo e ovazioni per il pianista Maurizio Mastrini ad Orvieto

Tappa del festival internazionale green music

Il teatro naturale del Tempio del Belvedere, ad Orvieto, che ha ospitato due delle serate più importanti del Festival, non è riuscito a contenere lo scroscio di applausi del pubblico estasiato per l’esibizione del Maestro Maurizio Mastrini.

Il Mestro è riuscito a commuovere ed impressionare il pubblico già delle prime note di “Carezze”; il direttore ha presentato il suo ultimo progetto “Lockdown”, scritto nel periodo di quarantena. Qui, come ci ricordano le canzoni “Tristesse” e “Love”, il Maestro ha voluto fare un appello alla vita e all’amore per la stessa nonostante la paura ed il terrore che hanno contraddistinto il periodo. Ma poi, come è di consuetudine, ha mostrato la sua grande abilità tecnica in brani virtuosistici che letteralmente hanno mandato in visibilio il gran numero di spettatori presenti.

“La ringrazio per il meraviglioso concerto – ha affermato la Dott.ssa Roberta Tardani, sindaco di Orvieto – e per averci spinto a valorizzare questo luogo così bello e suggestivo. Il Festival Internazionale Green Music nasce proprio con l’intenzione di mettere in rilievo siti storici e naturalistici della Regione con eventi culturali di qualità. La ringrazio infinitamente per aver scelto Orvieto.”

Il panorama concertistico si sposterà lunedì 24 nell’innovativo frantoio Cenumbrie ad Agello con il “Concerto in frantoio” dei Sator Duo. I due artisti, Francesco Di Giandomenico alla chitarra e Paolo Castellani al violino, infiammeranno il pubblico in una combinazione sorprendente e affascinante in perfetto equilibrio tra virtuosismi e dialoghi musicali.

Durante la serata sarà possibile effettuare un’esperienza enogastronomica e degustare le prelibatezza umbre.

Tutti i concerti sono a ingresso gratuito perché, come spiega il direttore artistico, «la ricchezza della musica deve essere condivisa con tutti e per tutti e non può essere a vantaggio solo di chi se la può permettere», è necessaria la prenotazione poiché i posti saranno limitati per ottemperare alle indicazioni di sicurezza anticovid.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*