L’ombra di Totò al Teatro Secci di Terni, venerdì 18 e sabato 19 febbraio

L'ombra di Totò al Teatro Secci di Terni venerdì 18 sabato 19 febbraio

L’ombra di Totò al Teatro Secci di Terni, venerdì 18 e sabato 19 febbraio

Prosegue la Stagione di Prosa 2021/2022 del Comune di Terni. Venerdì 18 e sabato 19 febbraio, alle 21 al Teatro Secci di Terni, è la volta dello spettacolo L’ombra di Totò di Emilia Costantini – giornalista de Il Corriere della Sera, scrittrice e critica teatrale – con l’adattamento e la regia di Stefano Reali. In scena gli attori Yari Gugliucci, Sara Ricci e Vera Dragone.

Lo spettacolo è un’intervista immaginaria, che intende tracciare una biografia non autorizzata. La vita di Totò viene raccontata in maniera assolutamente inedita da colui che ne ha rappresentato l’ombra: Dino Valdi (al secolo Osvaldo Natale).

Napoli, 17 aprile 1967, giorno del funerale di Totò, nella folla che si accalca lenta, accaldata, ondeggiante in piazza Mercato davanti alla Basilica di Santa Maria del Carmine Maggiore, un fiume di gente attonita, addolorata e scomposta rende l’estremo omaggio ad Antonio de Curtis. Una donna col fazzoletto nero in testa lancia un grido stridulo, additando un individuo che procede lento dietro al feretro, un personaggio praticamente sconosciuto ai più, ma che per molti anni è stato a fianco del grande attore: lo ha seguito, sostenuto e spesso sostituito, Dino Valdi ne è stato infatti la controfigura, affezionata e devota. Durante il funerale Valdi viene avvicinato da una giornalista del quotidiano di Napoli che, incuriosita dalle urla e dagli svenimenti, gli chiede di rilasciargli un’intervista, proprio per raccontare, a modo suo, la vita del principe della risata.

L’umile Dino diventa, almeno una volta nella sua vita, improvvisamente e inconsapevolmente protagonista assoluto di una storia che non è la sua. Attraverso i suoi ricordi, riemergono i fatti e i personaggi del percorso artistico e familiare, pubblico e privato, del celebre attore.

Per accedere a teatro sono necessari Super Green Pass e mascherina di tipo ffp2. Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati un’ora prima dello spettacolo, altrimenti saranno rimessi in vendita.


Fonte: Teatro Stabile dell’Umbria


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*