L’Alzata dei Ceri di Gubbio: Un’Esplosione di Colori e Tradizioni

Tanta gente in Piazza Grande per il momento spettacolare della festa, tra emozioni e riti millenari

L'Alzata dei Ceri di Gubbio: Un'Esplosione di Colori e Tradizioni

L’Alzata dei Ceri di Gubbio: Un’Esplosione di Colori e Tradizioni

Nella pittoresca città di Gubbio, la colorata festa dei Ceri ha dato inizio alla giornata del 15 maggio. Con le strade gremite dai gialli Santubaldari, gli azzurri Sangiorgiari e i neri Santantoniari, la celebrazione ha iniziato all’alba con il suono del campanone, l’omaggio ai ceraioli defunti e i tamburini che hanno animato le vie della città. A mezzogiorno, Piazza Grande è diventata il fulcro della festa, con l’Alzata dei Ceri, uno spettacolo suggestivo e coinvolgente.

I Ceri hanno attraversato la folla per compiere i giri rituali intorno al pennone centrale, dando il via alla Mostra nelle vie di Gubbio. Il momento culminante è stato quando i giganteschi Ceri si sono alzati in posizione verticale, trasformando la piazza in un mosaico di colori e emozioni. La tradizione ha previsto il lancio di brocche dalla folla, simboleggianti la fortuna per chi riesce a raccoglierne i pezzi.

Le strade di Gubbio si sono poi animate con i Ceri portati in spalla da centinaia di persone, mentre la processione si snodava attraverso la città. Gli abitanti locali sono stati testimoni di una tradizione quasi millenaria, scandita da rituali solenni e toccanti. Dall’omaggio ai ceraioli defunti al cimitero civico alla messa nella chiesetta dei muratori, i momenti di raccoglimento hanno unito la comunità in un’unica preparazione alla grande festa di popolo.

La manifestazione ha coinvolto persone di tutte le età, dai bambini agli anziani, creando un legame indissolubile tra passato e presente, tra tradizione e celebrazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*