Giostra della Quintana, vince Luca Innocenzi del Rione Cassero

Giostra della Quintana, vince Luca Innocenzi del Rione Cassero
ph Roberto Testa

da Roberto Testa
Giostra della Quintana, vince Luca Innocenzi del Rione Cassero Cominciamo dalla fine, da quando cioè il cavaliere Luca Innocenzi del rione cassero in fila il terzo anello della terza tornata di giostra e si aggiudica meritatamente e da campione la Quintana del 16 settembre 2018. Da quel momento non c’è altro da registrare, se non la gioia incontenibile del cavaliere, del priore e di tutti i rionali del cassero.

C’è anche il sorriso sereno del presidente Domenico Metelli, perché tutto è andato per il meglio, se si eccettua quell’imprevedibile calcio equino al cavaliere del Rione La Mora, che lo ha costretto al forzoso ritiro e a cure ospedaliere. Auguriamogli tutti un pronto e rapido recupero del suo stato di salute.

Per il resto la giostra della Quintana resta una delle più belle competizioni cavallereschi di antico regime. A cominciare dall’emozionante lettura del bando, con la quale il regista/attore Claudio Pesaresi infiamma i cuori e gli animi di tutto lo stadio, prima della gara. Una gara resa ancora più interessante dal binomio composto da Mauro Silvestri e Raneri Campello, esperti in giostre e in competizioni equestre.

Buona festa al Rione Cassero, con la preghiera di non dare ora l’assalto ai monumenti per issarvi il proprio vessillo, come purtroppo avvenuto a giugno, con conseguente rottura dello storico monumento di Niccolò Alunno a Porta Romana.


La prima tornata s’è chiusa con Innocenzi in testa (52.12), seguito da Croce Bianca (Massimo Gubbini su Lord Antani 52.89), Spada (Daniele Scarponi, City Hunter 53.1), Badia (Cristian Cordari, Agnesotta, 53.28), Giotti (Stefano Antonelli, Annaurora 53.40), Ammanniti (Marco Diafaldi, Sera d’Estate, 53.44), Pugilli (Pierluigi Chicchini, Edward England, 53.55), Contrastanga (Riccardo Raponi, Macchia d’Olio, 53.83), Morlupo (Lorenzo Paci, Lanunio, 54.08). La seconda tornata ha falcidiato, per errori all’anello e al bandierina, 5 rioni: Morlupo (mancato il terzo anello), Contrastanga (primo e terzo anello e bandierina abbattuta), Ammanniti (primo anello), Giotti (terzo anello), Spada (secondo anello). Solo quattro rioni hanno avuto accesso alla terza ed ultima tornata: Cassero, Croce Bianca, Pugilli, Badia. Un poker di binomi che alla fine ha completato la fase finale di Giostra. Il Badia ha chiuso al quarto posto con un tempo complessivo di 2 minuti, 42 secondi e 92 centesimi. Terzo il Croce Bianca con 2.40.72, secondo il Pugilli con 2.39.75 e primo il super Cassero con 2.39.26. Ordine di Arrivo: Cassero, Pugilli, Croce Bianca, Badia, Ammanniti, Spada, Giotti, Morlupo, Contrastanga. Il rione La Mora non è sceso in pista per l’infortunio del cavaliere.

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*