Scuole chiuse? Mettetevi d’accordo, l’Italia aspetta, ecco com’è andata

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuole chiuse? Mettetevi d'accordo, l'Italia aspetta, ecco com'è andata
Ministro Lucia Azzolina

Scuole chiuse? Mettetevi d’accordo, l’Italia aspetta, ecco com’è andata

In quella che si profila come essere una vera e propria guerra tra organi, ufficiali – e lo ripetiamo UFFICIALI di stampa – sulla chiusura o meno degli atenei e delle scuole, chi ci sta rimettendo è la comunità italiana tutta: studenti, famiglie, istituti, comuni,regioni…tutti!

Ecco com’è andata: “Fonti della presidenza del Consiglio dei ministri, oggi poco prima della 14, hanno confermato a Repubblica, alle agenzie di stampa e ai cronisti delle altre testate l’ufficialità della chiusura delle scuole e delle università come misura per contenere la diffusione del coronavirus.

Tutti i giornali  nazionali, le agenzie di stampa e le altre testate locali, compresa la nostra, hanno diffuso la notizia con tempestività della chiusura delle scuole dal 5 al 15 marzo. Ma la notizia non era ufficiale, e non lo è ancora.

E’ stato un rincorrersi di messaggi, telefonate, “urla sui social” contro i giornali e i giornalisti, insulti da parte di molti.  Il ministro Azzolina è scesa in campo e dice che il Governo non ha ancora deciso: “Nessuna decisione sulle scuole è stata presa, non c’è la chiusura al momento. Abbiamo chiesto al comitato tecnico-scientifico una valutazione, un parere se lasciare aperte le scuole o se chiuderle che sia proporzionale allo scenario epidemiologico del Paese in questo momento. Questa decisione arriverà nelle prossime ore”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, a palazzo Chigi.

Da allora, e fino al momento in cui scriviamo, nessun altro esponente o addetto stampa del governo è intervenuto per confermare, smentire o chiarire la circostanza. I media tradizionali non possono subire uno “schiacciamento” dovuto alla scarsità della comunicazione che si sta evidenziando in questa difficilissima fase legata alla epidemia da coronavirus.

Fatto sta che per ora, a quanto ci risulta, il Governo Conte non ha deciso, questo è quanto ci risulta alle ore 18 di mercoledì 4 marzo 2020.

Seguiteci nei i prossimi “episodi”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*