Misure contrasto cambiamento climatico, approvato l’Odg Morbello, M5s

risultati in termini di contrasto all’inquinamento atmosferico saranno notevoli

Misure contrasto cambiamento climatico, approvato l’Odg Morbello, M5s

Misure contrasto cambiamento climatico, approvato l’Odg Morbello, M5s

Recenti ricerche dimostrano che a livello locale le misure più performanti per contrastare il cambiamento climatico sono quelle volte alla riqualificazione energetica degli edifici rendendoli autonomi nella produzione di energia elettrica e calore.

Alla luce degli incentivi introdotti dal Governo con il “Decreto rilancio”, quali il credito d’imposta del 110% per eco-bonus e sisma-bonus, sarà determinante snellire i procedimenti amministrativi volti all’efficientamento energetico del patrimonio edilizio esistente.

I risultati in termini di contrasto all’inquinamento atmosferico saranno notevoli. Come elevato sarà il contributo per il rilancio dell’edilizia che da sempre rappresenta il motore economico della nostra Città e della nostra Regione.

Le emissioni derivanti dalla produzione e dal trasporto dei beni consumati dai residenti di una città equivalgono in termini di impatto ambientale a quelle prodotte dai trasporti locali e dagli impianti di riscaldamento degli edifici. Sarà quindi necessario incentivare il consumo di prodotti locali, a chilometro zero, per avere meno rifiuti, meno trasporti e, quindi, meno immissioni in atmosfera.

Il consumo di prodotti locali di qualità è fondamentale anche per aiutare ad uscire dalla crisi le imprese perugine ed umbre che hanno subito danni a causa del Covid-19.

L’Ordine del giorno presentato dalla consigliera Maria Cristina Morbello prevede in sintesi i seguenti impegni:

  1. promuovere la diffusione di stili di vita corretti – incentivando l’acquisto di prodotti locali – al fine di ridurre le emissioni generate dall’industria che produce altrove i beni acquistati e consumati in Città;
  2. promuovere più alti standard di efficienza energetica per le ristrutturazioni e le riqualificazioni immobiliari con l’obiettivo di raggiungere il consumo di energia netta pari a zero;
  3. incentivare l’acquisto e l’uso di mezzi elettrici, a partire dal parco auto del Comune di Perugia;
  4. incrementare gli impianti solari municipali e l’integrazione tra fonti energetiche tradizionali e rinnovabili;
  5. adottare politiche di supporto per incentivare il rinnovo degli impianti produttivi attraverso la leva fiscale, vale a dire riducendo le imposte locali, a quelle aziende che investono su impianti industriali con basse emissioni in atmosfera;
  6. applicare le misure previste dal “Decreto clima” in materia di trasporto scolastico con mezzi ibridi o elettrici, prodotti sfusi o alla spina, macchinette mangia plastica, messa a dimora di alberi, creazione di foreste urbane e periurbane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*