Il parco di Cardeto e il suo futuro, Michele Rossi Capogruppo Terni Civica

 
Chiama o scrivi in redazione


Il parco di Cardeto e il suo futuro, Michele Rossi Capogruppo Terni Civica

Qualche giorno fa mi si chiedeva notizie sul parco urbano di Cardeto (Bruno Galigani), chiuso dal marzo del 2013. Come molti ricorderanno la vicenda era piuttosto complicata; questa amministrazione comunale è riuscita a riprendere in mano la situazione passando per una diffida e arrivando alla risoluzione contrattuale con il gestore a cui era stato assegnato. Riuscendo a trovare le risorse per completare i lavori già iniziati e poi abbandonati, ad assegnare il completamento con un appalto ad una ditta scelta tra le 169 che avevano partecipato alla gara, a firmare l’atto ufficiale della consegna del parco nelle mani alla ditta lo scorso novembre.



Sta ripartendo dunque il cantiere che porterà al completamento del parco.

Gli uffici mi informano che lo scorso novembre la società vincitrice ha consegnato al Comune un dettagliato cronoprogramma dei lavori. Si stabiliscono quanti e quali giorni da dedicare ad ogni singolo intervento all’interno del parco a partire dall’allestimento del cantiere. Si inizierà con i lavori sull’edificio dedicato al tennis e alla copertura degli spogliatoi. Mentre a febbraio ci si dedicherà alla struttura legata al calcio a 5. A seguire si aggiungeranno i lavori alle opere diffuse.
E poi ci sarà la fase due con le opere murarie diffuse, gli impianti tecnologici, percorsi ed opere generali sul verde, alle piantumazioni e le semine fino agli arredi.Sulla carta poco più di 250 giorni (quasi 9 mesi) che, covid permettendo, ridaranno finalmente alla città il suo parco. Mentre si svolgeranno e concluderanno i lavori, contemporaneamente occorrerà incominciare ad individuare chi gestirà questo spazio. il nuovo Cardeto una volta riqualificato non potrà che aprirsi alla città soltanto con una gestione in grado di garantirne la quotidiana manutenzione e la gestione dei nuovi servizi legati alla pratica sportiva e il tempo libero.
  • L”amministrazione comunale potrebbe valutare la possibilità di affidare la gestione del parco a TerniReti.

La società in house che già si occupa di spazi e servizi pubblici (dalla gestione delle sanzioni, al controllo ZTL, dei parcheggi di superficie ed interrati, all’Aviosuperficie “Alvaro Leonardi” fino al servizio manutenzioni del Cmm recentemente affidato dal Consiglio Comunale prima di capodanno).

Ho intenzione di presentare una interrogazione al fine innanzitutto di spingere l’amministrazione a monitorare attentamente il rispetto del cronoprogramma che porterà alla riapertura del parco e perché ragioni quanto prima anche sul soggetto cui affidare la futura manutenzione e gestione.

Michele Rossi
Capogruppo Terni Civica
Consiglio Comunale
© Protetto da Copyright DMCA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*