Il lago Trasimeno perde un centimetro al giorno, situazione critica

Il lago Trasimeno perde un centimetro al giorno, situazione critica

Il lago Trasimeno perde un centimetro al giorno, situazione critica

Il lago Trasimeno perde un centimetro al giorno. Le temperature altissime e l’assenza di piogge hanno causato l’abbassamento di 16 centimetri in 18 giorni. La stazione di rilevamento  di San Savino il primo luglio faceva registrare un meno 1,21 ieri era meno 1,37. A riportare i dati è il Corriere dell’Umbria di oggi in un articolo di Francesca Marruco, che pubblica anche una parte della relazione del Servizio risorse idriche della Regione Umbria redatta dall’ingegnere Marco Stelluti e dal geologo Roberto Checcucci.

Il valore meno 1,20 metri rappresenta la soglia di livello critico, secondo il piano stralcio del lago Trasimeno. Nel 2008 e nel 2004 il lago scese anche a livelli più bassi arrivando a -1,70 nell’estate del 2008. La situazione del Trasimeno e in generale della crisi idrica è stata affrontata in occasione della riunione dell’ osservatorio permanente sugli utilizzi idrici del 14 luglio.

Nella relazione – scrive il Corriere –  si legge che: “Nei primi 6 mesi del 2022 si registra un deficit complessivo di precipitazioni di circa il 50% , con una media per i mesi di maggio e giugno intorno al 70%. Tale situazione risulta essere molto gravosa con notevoli conseguenze sulle disponibilità idriche per tutto il territorio regionale che risulta essere fondamentale per la ricarica dei sistemi acquiferi”.

Nella relazione dell’Osservatorio si legge in chiusura che “pur avendo adottato tutte le misure preventive, prevale uno stato critico non ragionevolmente prevedibile, nel quale la disponibilità della risorsa idrica non risulta sufficiente ad evitare possibili danni al sistema”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*