Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, FEASR, penalizzata l’Umbria

l ministro pentastellato Patuanelli, infatti, pare ignorare le indicazioni della European Commission

 
Chiama o scrivi in redazione


Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, penalizzata l'Umbria

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, FEASR, penalizzata l’Umbria

“La ripartizione del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), attuata dal ministero dell” Agricoltura penalizza fortemente il sud, disattendendo, peraltro, il regolamento transitorio per le annualità 2021 e 2022, emesso dall” Ue.

Il ministro pentastellato Patuanelli, infatti, pare ignorare le indicazioni della European Commission: colmare il divario tra le aree più ricche ed evolute e quelle più povere e marginali. E lo fa cambiando in corso d” opera le regole di riparto dei fondi europei.

Siamo davanti ad una evidente, ulteriore, penalizzazione del Meridione, in particolare di Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Campania e Umbria. Basti pensare che, per i soli agricoltori siciliani, è stimata una perdita di oltre 120 milioni di euro di risorse finanziarie del Psr. Fratelli d” Italia chiede una equa ripartizione dei fondi, soprattutto tenendo contro che si tratta di regioni che come base primaria di economia hanno il turismo – comparto già ampiamente collassato dalla pandemia – e, appunto, l” agricoltura”. Lo dichiara in una nota, Carmela Ella Bucalo, deputata di Fratelli d” Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*