Arresti Umbria, difensore Duca: «Il mio assistito è sereno, chiarirà propria posizione»

Arresti Umbria, difensore Duca: «Il mio assistito è sereno, chiarirà propria posizione»

Arresti Umbria, difensore Duca: «Il mio assistito è sereno, chiarirà propria posizione»

«Il mio assistito è sereno, chiarirà certamente la propria posizione. Occorre preservare l’esigenza difensiva che è quella di conoscere le fonti di prova in base alle quali è stato emesso il titolo cautelare personale». E’ quanto dice l’avvocato Francesco Falcinelli, legale difensore del dottor Emilio Duca, direttore generale dell’Azienda ospedaliera.

«Il provvedimento in questione è “contraddittorio successivo”, quindi viene emesso e successivamente si instaura in contraddittorio, con le forme dell’interrogatorio, della persona incolpata. Questa esigenza – ha aggiunto – di conoscere gli elementi di indagine sui quali si fonda la misura è essenziale per garantire l’effettività del diritto di difesa, a fronte di un’esigenza del mio assistito che è quella di chiarire le contestazioni che gli vengono formulate. Si tratta di contestazioni provvisorie, in relazione alle quali non vi è alcuno accertamento definitivo e dunque la fase procedimentale è caratterizzata da queste fattispecie».

L’avvocato ha incontrato il suo assistito e ha riferito che è sereno: «Ha esigenza di conoscere le ragioni delle incolpazioni che costituiscono il compendio delle fonti di prova. E’ sofferente naturalmente per la situazione che si è creata».

Per quanto riguarda i capi di accusa ha evidenziato: «I fatti storici vanno compiutamente ricostruiti e relazione a quelle contestazioni il mio assistito non è mai stato posto nella condizione di interloquire. Certamente si tratta di un’indagine complessa che si è sviluppata per oltre un anno, che sono state impiegate tecniche di investigazione assai articolate. Soltanto dopo aver acquisto tutti gli elementi sarà articolare le argomentazioni difensive, punto per punto, profilo per profilo.

E infine ha concluso dicendo: «La strategia certamente presuppone la necessaria conoscenza degli elementi sulle quali si basa l’incolpazione provvisoria e questo sarà fatto a fronte di una volontà del dottor Duca di chiarire i fatti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
24 − 6 =