Manovra: Landini, Draghi media, ma messo in minoranza da partiti

La riforma fiscale del governo è profondamente sbagliata

Landini, 'vaccinarsi dovere sociale, dialogo su green pass in mensa'

Manovra: Landini, Draghi media,
ma messo in minoranza da partiti

Il presidente Draghi ha tentato di proporre un punto di mediazione con la sua maggioranza avanzando l’idea di escludere per un anno dal beneficio fiscale i redditi oltre i 75 mila euro. Su questo è stato brutalmente messo in minoranza dai partiti della sua maggioranza. Questo è un problema molto serio: in questo Paese la maggioranza che sostiene il governo non sa cosa vuole dire vivere con 20, massimo 30 mila euro all’anno.

La riforma fiscale del governo è profondamente sbagliata perché anziché ridurre le aliquote andava allargata la base imponibile dell’Irpef e accentuata la progressività del sistema”. Lo dice a Repubblica Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, dopo la decisione di scioperare contro la manovra ritenuta ”socialmente ingiusta”. L’obiettivo è quello di ”cambiarla: ignora la condizione in cui vive la stragrande maggioranza dei lavoratori dipendenti e dei pensionati e il punto di vista di chi li rappresenta”.

(Lci/Adnkronos)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*