Lago Trasimeno alla Polvese un nuovo pontile galleggiante per i turisti

 
Chiama o scrivi in redazione


Lago Trasimeno alla Polvese un nuovo pontile galleggiante per i turisti

Lago Trasimeno alla Polvese un nuovo pontile galleggiante per i turisti

Sorgerà a fianco di quello della navigazione pubblica. Nei giorni scorsi i carotaggi prima del dragaggio. Buone notizie per i tanti turisti che scelgono di raggiungere Isola Polvese a bordo delle proprie imbarcazioni. Presso la più grande delle isole del Trasimeno la Provincia di Perugia, proprietaria dell’area, realizzerà un nuovo pontile, parallelo a quello della navigazione pubblica, riservato appunto all’approdo dei piccoli natanti.

Sarà galleggiante e collocato a ridosso dell’attuale pontile, in un’area che si configura come una insenatura naturale “riparata” dalla grossa struttura esistente e posta a debita distanza dal canneto.

Un’area in cui sarà necessario, in via preliminare, effettuare un’opera di dragaggio affinchè la navigazione e l’approdo avvengano in sicurezza e stabilità. A tal fine, nei giorni scorsi si è proceduto alla esecuzione di alcuni carotaggi per analizzare le caratteristiche del sedime da asportare. In particolare i campioni prelevati dovranno essere esaminati per studiare le caratteristiche geomeccaniche e geotecniche del fondale.

“In questo momento – spiegano i tecnici che si occupano del progetto – sono in fase di esecuzione le analisi del sedime da asportare tramite dragaggio per verificare che lo stesso possa non essere considerato rifiuto nel rispetto del Dlgs 152/2006 ed essere utilizzato nei luoghi limitrofi come rimodellazione ambientale. Se i risultati delle analisi, come auspichiamo, lo consentiranno, in attesa della prosciugatura, il materiale dragato sarà accumulato su un’apposita vasca di colmata predisposta in un’area vicina”.

Tornando al futuro pontile, la struttura sarà composto da quattro elementi modulari prefabbricati disposti in linea parallela al pontile della Navigazione Pubblica esistente. La struttura sarà in acciaio predisposta per accogliere un piano di calpestio composto da doghe di legno. Rimarrà a 6 metri di distanza dall’attuale pontile e sarà collocato in acqua con l’ausilio di un “sistema galleggiante” ancorato ad appositi pali in acciaio infissi sul fondale. Avrà una lunghezza di circa 40 metri e sarà predisposto per accogliere 10 piccole imbarcazioni.

Il progetto prevede anche la realizzazione di un’appendice galleggiante al pontile del molo di San Feliciano per facilitare l’attracco e lo sbarco. Sarà costituita da due moduli galleggianti della larghezza di 2,35 metri e una lunghezza complessiva di 17,20 metri.

“Quest’opera è la dimostrazione che c’è movimento in atto attorno al lago Trasimeno – commenta Sandro Pasquali, vicepresidente della Provincia di Perugia – e che si sta investendo in economia e sviluppo, nel rispetto delle vecchie e nuove misure di sicurezza. In particolare inoltre questo intervento di carotaggio porterà benefici anche per altre operazioni che possono essere effettuate sul lago da altri enti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*