Terremoto, Basilica di Norcia, sarà ricostruita in tre anni

 
Chiama o scrivi in redazione


Una cura immediata per la ripresa economica dell’Italia, ecco come

Terremoto, Basilica di Norcia, sarà ricostruita in tre anni

“La ricostruzione della Basilica di San Benedetto di Norcia può essere ragionevolmente completata in tre anni, entro l’estate e comunque prima del quinto anniversario della scossa del 30 ottobre 2016, contiamo di vedere la prima gru nell’area cantiere della Basilica”. E’ quanto ha detto Paolo Iannelli, soprintendente speciale per le aree del terremoto del Centro Italia, a margine della due giorni #NorciaRinasce2021.

“Dopo cinque anni dal sisma le messe in sicurezza sono state completate, così come è stato completato il recupero dei beni mobili che sono tutti custoditi nei depositi di sicurezza individuati nelle regioni colpite”. Lo ha detto Marica Mercalli, direttrice generale per la sicurezza del patrimonio culturale e già soprintendente dei Beni culturali dell’Umbria, durante il suo intervento a Norcia, nell’ambito della due giorni dedicata ai progetti di ricostruzione della città di San Benedetto. Mercalli ha sottolineato l’importanza del deposito umbro di Santo Chiodo di Spoleto.

“Adesso – ha aggiunto Mercalli – per i beni mobili si sta procedendo a un lavoro di sistematizzazione, con la direzione generale che sta anche dettando le linee guida per la identificazione e costruzione di nuovi depositi”. Mercalli ha evidenziato come “in un anno sia molto migliorata la situazione, si percepisce il lavoro di ricostruzione e pianificazione che è stato fatto”.

Sul fronte della ricostruzione del patrimonio artistico, la direttrice ha evidenziato l’importanza di “ricostruire con l’obiettivo di rendere gli edifici sempre più resilienti, tenendo conto che ci troviamo su un territorio a più alto rischio sismico a livello nazionale”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*