5 anni da sisma ora ricostruzione di qualità, prima Agorà democratica in Umbria

5 anni dal sisma ora ricostruzione di qualità, prima Agorà in Umbria

5 anni da sisma ora ricostruzione di qualità, prima Agorà democratica in Umbria

di Tommaso Bori
“Sono passati 5 anni da quella terribile notte che ha scosso e sconvolto il Centro Italia, portando morte e distruzione. Il terremoto del 2016 è ancora una ferita aperta per l’Umbria e la Valnerina, come per tutti i territori colpiti. Proprio oggi, nel giorno del ricordo delle vittime e dei terribili giorni che sono seguiti al sisma, vogliamo rilanciare la necessità di tenere alta l’attenzione sulle prospettive dei luoghi colpiti. Perché oltre alla ricostruzione materiale e di qualità – che nell’ultimo anno grazie anche all’impegno e al lavoro del Governo e del Commissario straordinario Legnini, ha ricevuto un’importante accelerazione – c’è da mettere in campo quella immateriale, sociale ed economica. E’ questa la vera sfida della ricostruzione: rimettere in piedi un tessuto economico dinamico, ampliare e qualificare i servizi, invertire la rotta rispetto allo spopolamento delle aree interessate.
Ne abbiamo parlato qualche mese fa, nel corso di un incontro nazionale promosso e organizzato dal Pd Umbria con i capigruppo dem di Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio. Torneremo a parlarne in occasione dell’Agorà democratica sul terremoto che promuoveremo entro la fine del mese di settembre e che vedrà ospite il commissario Legnini per ribadire che ora più che mai, a valle di un fondamentale cambio di passo che sulla ricostruzione privata ha dato risultati importanti, l’impegno delle istituzioni coinvolte è fondamentale.
Per velocizzare la ricostruzione pubblica e per garantire nelle regioni interessate la presenza di ditte e professionisti qualificati e in grado di gestire in tempi ragionevoli e certi l’ingente numero di pratiche aperte. E per concretizzare tutte le azioni necessarie a rilanciare economia, turismo, cultura e tessuto sociale.
Questo è il nostro obiettivo e su questo siamo, per quanto di competenza e nelle nostre possibilità, al lavoro, con ambizione e spirito di collaborazione, insieme a tutti i soggetti interessati in tutto in Centro Italia: per la rinascita”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*