Massa Martana, rigenerazione urbana ‘Il Borgo del Dire e del Fare’

Il Sindaco Federici ha sottolineato la rilevanza del progetto

Massa Martana, rigenerazione urbana 'Il Borgo del Dire e del Fare'

Massa Martana, rigenerazione urbana ‘Il Borgo del Dire e del Fare’

Massa Martana – Il sindaco di Massa Martana, Francesco Federici, ha introdotto con orgoglio il progetto di rigenerazione urbana, culturale e sociale dal titolo eloquente: “Massa Martana, il borgo del dire e del fare”. Questa iniziativa si è classificata al primo posto nella graduatoria regionale del bando “Borghi”, finanziato dall’Unione Europea NextGenerationEU e rappresenta un significativo passo avanti per la comunità.

La presentazione ufficiale è avvenuta nel suggestivo contesto del Teatro Comunale Consortium, con la partecipazione di figure chiave come Paola Agabiti, Assessore al Turismo e Cultura della Regione Umbria, Chiara Titani, Assessore alla Cultura di Massa Martana, Marianna Grigioni, responsabile unico di progetto, e Alessandro Laporta, Project Manager di CoopCulture.

**Massa Martana: Un Nuovo Corso con ‘Il Borgo del Dire e del Fare’**

Il Sindaco Federici ha sottolineato la rilevanza del progetto, evidenziando che solo 294 comuni su 1800 hanno ottenuto finanziamenti dal Ministero della Cultura, dimostrando così il notevole impegno profuso dal comune di Massa Martana. La presentazione del logo ufficiale del progetto è stata un momento significativo, un marchio che identificherà e accompagnerà tutte le iniziative legate a questa ambiziosa iniziativa.

Chiara Titani, Assessore alla Cultura di Massa Martana, ha ribadito l’importanza di creare spazi di comunità per contrastare lo spopolamento, indicando il Teatro Comunale come un esempio tangibile di rigenerazione che contribuisce alla vita culturale del borgo. La visione progettuale mira all’ampliamento della rete dei servizi per la cittadinanza, con conseguente aumento dell’occupazione.

Paola Agabiti, Assessore regionale, ha enfatizzato la necessità di presentare progetti capaci di intercettare risorse, come ha fatto Massa Martana, per contrastare lo spopolamento nei borghi. Luca Federici, dirigente della Regione, ha ricordato che il progetto ha ottenuto uno dei punteggi più alti nel bando.

Marianna Grigioni ha fornito dettagli sul progetto articolato su 8 linee di azioni con 16 interventi e 50 sotto-interventi. Le aree di intervento comprendono la rigenerazione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico, la tutela del patrimonio culturale, la rivitalizzazione sociale ed economica, il rilancio dell’occupazione e la lotta allo spopolamento.

Attraverso un video, Alessandro Laporta ha presentato il brand del progetto, sottolineando che Massa Martana investe nel futuro con uno sguardo attento al passato. Il progetto “Massa Martana, il borgo del dire e del fare” si configura come un’opportunità per la comunità di ridefinire la propria identità culturale e affrontare le sfide del futuro con determinazione e creatività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*