Sir Safety, ai titoli di coda la terza settimana di preparazione

Sir Safety, ai titoli di coda la terza settimana di preparazione

Ultime fatiche settimanali per la Sir Safety Susa Perugia. Con la seduta tecnica sulla sabbia dello Zocco Beach di oggi pomeriggio si chiude il terzo ciclo di lavoro per i Block Devils. Settimana molto varia quella in chiusura per i bianconeri con due giornate sulle rive del Trasimeno ed una di team building alle prese con il rafting.

Coach Anastasi ed il suo staff stanno sempre più aumentando carichi e volumi di lavoro, agevolati dalla condizione in crescendo dei giocatori presenti dall’inizio della preparazione ed anche dall’aumento numerico del gruppo a disposizione. Dopo l’arrivo di Leon lo scorso fine settimana infatti la rosa attuale si è ampliata di altre due unità con gli inserimenti a metà settimana di Cardenas e Piccinelli, entrambi reduci dai ritiri premondiali con le rispettive selezioni nazionali.

Sette dunque i bianconeri presenti, numero che consente allo staff tecnico di programmare, restando alla parte tecnico-tattica, un tipo di lavoro più globale e non solo analitico.

“Sono qui a Perugia da pochi giorni, è tutto nuovo per me, ma mi trovo molto bene”, le prime parole di Cardenas. “Sono in una delle prime squadre al mondo ed ho voglia di dimostrare le mie qualità in campo”.

“Inizio la mia quinta stagione a Perugia”, dice invece Piccinelli. “Vengo da una lunga estate con la nazionale, mi sento bene e sono carico per iniziare una nuova avventura con l’obiettivo come sempre di aggiungere un mattoncino anno dopo anno e di ritagliarmi il mio spazio. Come anche nelle quattro stagioni precedenti siamo sempre io e Max (Colaci, ndr) e come ogni anno cercherò di imparare da lui e di rosicchiare quello che posso per avere le mie occasioni”.

La squadra godrà ora di due giorni di riposo e recupero coincidenti con il weekend. Ripresa dell’attività, con la quarta settimana di preparazione, lunedì mattina al PalaBarton con una seduta in sala pesi e di lavoro tecnico sul campo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*