Perugia stellare stritola il Padova (3-0) e aggancia i veneti al primo posto

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia stellare stritola il Padova (3-0) e aggancia i veneti al primo posto

Perugia stellare stritola il Padova (3-0) e aggancia i veneti al primo posto

di Elio Clero Bertoldi

PERUGIA – Partita capolavoro del Perugia che stritola la capolista Padova e l’aggancia al primo posto in classifica. L’alleato migliore dei biancorossi é stato Mandorlini che nella circostanza ha scelto, invece dell’usuale 4-3-3, il 3-5-2 per mettersi a specchio con i padroni di casa. Sulle prime sembrava che i veneti potessero controllare, temporeggiando, gli avversari, ma subito il primo gol, i bianchi si sono sgretolati come il colosso di Rodi. Bravo Sgarbi a sbloccare il risultato, ma splendide le prove di Melchiorri (ancora una volta) e di Andrea Bianchimano che segna in azione e dal dischetto la prima doppietta stagionale. Ovviamente ottime anche tutte le scelte di Fabio Caserta, che conferma di aver svolto, ad oggi, un lavoro a dir poco eccezionale.
Le squadre, per una questione di risultati dei tamponi, scendono in campo con tre ore di ritardo sul programma (dalle 17.30 alle 18.30).
Il Perugia schiera Rosi quinto a destra e il recuperato Angella che torna a dirigere la difesa. In avanti, Bianchimano per l’infortunato Murano, ma in panchina come Burrai e Melchiorri. Mandorlini, invece, cambia, rispetto all’ultima giornata, quattro giocatori – come aveva anticipato – presentando Kresic, Hraiech, Pelagatti e Soleri e dando respiro ad Andelkovic, Ronaldo, Jelenic e Bifulco.
Subito occasione per Melchiorri, su assist di Bianchimano, ma il bomber che entra bene in area perde il momento giusto e quando calcia il pallone si infrange su un difensore. La partita resta equilibrata perché il Padova – in completo bianco mentre gli umbri vestono di rosso – temporeggia sperando, forse, negli errori degli avversari. Tornano pericolosi i biancorossi al 43′: Hallfredson perde una palla a centrocampo e Bianchimano, da fuori area di sinistro, chiama Vannucchi ad un tuffo sul palo destro.
All’inizio della ripresa gli ospiti si mostrano più convinti e portano al tiro Germano: Fulignati blocca a terra facile facile. All’11 il Perugia trova il gol: su tiro di Melchiorri Sgarbi indovina la deviazione giusta (e di tacco). Mandorlini cerca di ovviare e sollecita i suoi ad attaccare con maggiore aggressività. Il Padova ci prova. E si scopre. Così il Perugia raddoppia: Melchiorri imbecca Bianchimano e per Vannucchi, forse incerto, non c’é nulla da fare. Mandorlini richiama Hallfredson e Soleri per Ronaldo e Santini. Caserta replica spedendo dentro Falzerano (per Melchiorri) e poi Vanbaleghem (per Moscati). La musica resta la stessa, anzi diventa celestiale per gli umbri: su contropiede lanciato da Bianchimano e Dragomir, Sounas entra in area e viene falciato da Ronaldo: rosso e rigore. Bianchimano dal dischetto spiazza Vannucchi. Poi l’abbraccio finale degli umbri che toccano il cielo con un dito.

Perugia-Padova 3-0
PERUGIA (3-5-2); Fulignati 6; Sgarbi 6.5 Angella 6 Monaco 6; Rosi 6 Dragomir 6 Moscati 6 (34′ st Vanbaleghem 6) Sounas 6 Favalli 6 (45′ st Cancellotti sv); Bianchimano 7.5 (45′ st Lunghi sv) Melchiorri 7 (30′ st Falzerano 6). A disp.; Baiocco, Bocci, Burrai, Murano, Tozzuolo. All.: Caserta 7.
PADOVA (3-5-2): Vannucchi 6; Pelagatti 6 Kresic 6 (32′ st Bifulco 6) 6; Germano 6 (35′ st Jelenic 6) Della Latta 6 Hraiech 6 Hallfredson 6 (26′ st Ronaldo 5) Curcio 6; Nicastro 6 Soleri 5.5 (26′ st Santini). A disp.: Burgiana, Valentini, Mandorlini, Bianconi, Fazzi, Andelkovic, Paponi, Buglio. All.: Mandorlini 5.5.

ARBITRO: Marcenaro 6.
Guardalinee: Rinaldi e Barone.
Quarto uomo: Petrella.
MARCATORE: 11′ st Sgarbi, 24′ st e 40′ st (rig) Bianchimano
ESPULSO: Ronaldo al 40′ st.
Ammoniti: Kresic, Melchiorri, Monaco
NOTE: Serata fredda e umida. Ang.: 1-0 per il Perugia. Rec.: 1′ pt, 3′ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*