PERUGIA, SICOMA VALDICEPPO ALL’ESAME RIETI

Valdiceppo
Valdiceppo
Valdiceppo

(umbriajournal.com) PERUGIA – Torna al Palacestellini la formazione ponteggiana sabato 1 Febbraio alle ore 21.15, dopo due trasferte davvero sfortunate, nelle quali il possibile colpaccio esterno è sfumato solo nelle ultimissime battute. Parliamo della gara di Giulianova e poi di quella di sabato scorso di Orvieto, un derby nel quale ancora una volta i nostri ragazzi hanno dimostrato di aver colmato le distanze che all’andata erano sembrate molto nette, e di essere capaci ti tenere in mano il pallino per oltre 35 minuti.

Frutto di una difesa che ha saputo mandare fuori giri sia la tradizionale circolazione di palla degli abruzzesi, e poi tenere a bada la maggiore fisicità sotto canestro degli orvietani, nonostante la buona prestazione di Mirone. Il problema rimane sempre quello delle ultime giocate, nelle quali i ponteggiani non sono riusciti a tirare fuori la determinazione necessaria a chiudere definitivamente i conti.

Sono bastate due sbavature difensive e un paio di ingenuità per vedersi sfuggire la posta in palio proprio in vista del traguardo. Peccato, perché come dicevamo i progressi nel gioco e nella solidità di squadra sono evidenti, anche se ovviamente i margini sono ancora molti per crescere e migliorare. Certo la situazione di classifica si è fatta parecchio complicata e le due occasioni sfuggite non aiutano sul piano della fiducia e del morale. Né ai bianco-blu viene in soccorso il calendario, perché questa con Rieti è certamente una delle partite più complicate dell’intera stagione.

La formazione allenata da coach Nunzi è probabilmente quella che ha espresso fino a questo momento il gioco migliore, con grande rispetto delle spaziature e letture sempre molto logiche e razionali. Un dato per nulla scontato se nella squadra devono convivere personalità molto forti come ad esempio bomber Scodavolpe o l’argentino Caceres, oppure il talento offensivo Giampaoli. Nonostante qualche infortunio, invece, i ratini hanno dimostrato sempre di essere squadra vera, ed anche nella sconfitta di Latina per lunghi tratti hanno saputo tenere in scacco l’attuale capolista.

“Sappiamo che per noi questa è una partita molto difficile, ma abbiamo una grande voglia di scendere in campo e confrontarci per capire se siamo cresciuti rispetto all’andata e per imparare a limitare gli errori” il commento dello staff tecnico “per noi è una grande occasione per dare il massimo, senza avere molto da perdere, e verificare lavoro e mentalità”. Prima del match sarà osservato un minuto di silenzio in memoria di Paolo Cocciari, dirigente ponteggiano scomparso pochi giorni fa dopo una lunga malattia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*