Perugia Calcio, ultima sfida del girone d’andata finisce male 2-4

Si ricomincia il 20 gennaio e queste tre settimane serviranno al tecnico per ricominciare da zero

Calcio, Perugia batte 4 a 2 il Pescara e primato in classifica

Perugia Calcio, ultima sfida del girone d’andata finisce male 2-4

FINITA!

94′ – Un tiraccio di Belmonte chiude il 2017 del Perugia.

Partono i cori ‘Andate a lavorare’

91′ – Ancora una parata di Provedel, che sembra avere un conto in sospeso con Di Carmine.

Quattro di recupero

90′ – Cambio Empoli: dentro Ninkovic fuori Bennacer.

78′ – Cambio Empoli: dentro Lollo fuori Zajic.

76′ – Ammonito Colombattoche sbaglia il rinvio ed è costretto ad atterrare l’avversario.

70′ – Sventola di Bennacer. Palla alta.

Squadra senza centrocampo

65′ – Ammonito Simic, esattamente per lo stesso motivo.

65′ – Ammonito Romagnoli, che ferma Cerri che lo aveva saltato.

63′ – Cambio nell’Empoli: dentro Romagnoli per Donnarumma.

62′ – Si fa male Pajac, dentro Belmonte.
Perugia con 4 difensori centrali.

58′ – SEGNA DI CARMINE IN MISCHIA
Corner Perugia, doppio colpo di testa, doppia respinta, poi tap-in decisivo.

56′ – QUARTO GOL DELL’EMPOLI CHE VA A SEGNO CON UN AUTOGOL DI VOLTA
Caputo fa quello che vuole in area di rigore, cross teso e basso, il centrale uccella il proprio portiere.

50′ – Tripla occasione Perugia, triplo miracolo di Provedel
Il portiere dell’Empoli toglie la palla dalla porta in tre circostanze in due minuti

Comincia la ripresa.

Subito dentro Dossena e Colombatto.
Fuori Zanon e Bianco.
Un boato all’annuncio che ad uscire sarebbe stato il terzino ex Ternana.

Il commento a metà garaMarcature preventive, queste sconosciute. Ogni volta che il Perugia attacca dà la sensazione di poter segnare, ma soprattutto dà la sicurezza agli avversari di trovare praterie non appena recuperano palla. Squadra lunga e sfilacciata, con distanze abissali fra i reparti. I giocatori sono bravi, ma sembrano non aver mai giocato insieme. E questo, a dicembre, è molto grave.

Fischi alla fine del primo tempo

Due di recupero

40′ – Occasione Perugia: ribattuto il tiro di Buonaiuto, che era stato servito da Brighi

36′ – GOL DELL’EMPOLI IN CONTROPIEDE. ANCORA DONNARUMMA
Ancora praterie a sinistra per l’Empoli. Perugia messo malissimo in fase d’attacco: basta perdere un contrasto a centrocampo per farsi uccellare.

33′ – Occasione Empoli Difesa messa malissimo: c’è un buco a sinistra e l’Empoli ci entra come nel burro. Sugli sviluppi la palla arriva a Donnarumma che, solo al centro dell’area, cicca clamorosamente.

28′ – Occasione Perugia! Break di Buonaiuto a sinistra, taglio verso il centro e tiro a giro di poco fuori. Si lamenta Di Carmine che aveva fatto un bel taglio.

22′ – EMPOLI ANCORA DAVANTI CON CAPUTO
Incredibile al Curi. Ancora una volta il Perugia riesce a prendere gol subito dopo averla riequilibrata. Cross di Pasqual su cui si avventa Caputo che insacca da due metri. La posizione del centravanti è sospetta.

20′ – GOL DEL PERUGIA CON DI CARMINE
Abbattuto Cerri a centrocampo, Aureliano lascia correre Terrani che si invola sulla fascia: bel cross teso su cui si avventa Di Carmine che la mette dentro.

19′ – Rigore negato a Cerri. Provedel sbaglia il rilancio, Cerri si avventa sul pallone, supera il portiere che si appende su di lui e lo atterra. L’arbitro non interviene.

17′ – Occasione Perugia Cerri supera due avversari, scarica a sinistra per Buonaiuto, che cede a Terrani. Tiro ribattuto.

Empoli in costante pressione

12′ – Risparmiato un giallo a Bianco che trattiene un avversario lanciato in contropiede.

9′ – Subito occasione per il pari. Ma Brighi cicca il pallone dal limite.

8′ – GOL DELL’EMPOLI CON DONNARUMMA
Bella combinazione al limite: dai e vai e rasoterra alla sinistra di Nocchi, che non ci arriva.

Partiti!

Batte l’Empoli.

Perugia in biancorosso.
Empoli tutto in azzurro.

Squadre in campo.

PERUGIA – Ultima sfida del girone d’andata, per il Perugia di Roberto Breda, poi cominceranno le vacanze. Che poi vacanze non sono, visto che l’allenatore ne approfitterà per un richiamo di preparazione. Diciamo che sarà una pausa dal calcio giocato, utile soprattutto alle società, che così potranno dedicarsi con maggiore attenzione alle dinamiche di mercato, senza rischiare che le trattative inficino sulle prestazioni del calciatori interessati.

Forse è un caso, forse no, ma il Perugia si presenta all’ultimo appuntamento del 2017 con i giocatori in predicato di andar via tutti nell’elenco degli infortunati: Rosati, Falco, Mustacchio ed Emmanuello (che potrebbero chiedere la cessione) e – per motivi diversi – i giovani Frick e Coccolo, che in ogni caso non avrebbero giocato.

Si ricomincia poi il 20 gennaio e queste tre settimane serviranno al tecnico per ricominciare da zero, impostando preparazione fisica e disciplina tattica così come le vuole lui. Con la speranza di poter vedere finalmente, nel nuovo anno, il Perugia di Breda.

Intanto, però, servono punti. «Girare a 27 – ha detto il tecnico – sarebbe molto meglio che girare a 24 o a 25»: Monsieur Lapalisse. Ecco perché nella fredda serata perugina al Curi si vedrà un Grifo da battaglia, che penserà molto alla sostanza e poco, pochissimo, all’estetica.

Di fronte una squadra – l’Empoli del neo tecnico Andreazzoli – che ha avuto un percorso simile: partenza a razzo poi un calo, fino al cambio del tecnico e al tentativo di una risalita con cambio tattico. Anche i Toscani cerceranno soprattutto di fare punti. La sensazione, quindi, è che vedremo una partita bruttina, infreddoliti e annoiati. Ma ci sta.

Arbitra Marinelli, che ha diretto entrambe le squadre per una volta quest’anno, entrambe in trasferta. L’Empoli a Terni, il Perugia a Brescia.

LE FORMAZIONI

Perugia (4-4-2): Nocchi; Zanon, Volta, Monaco, Pajac; Terrani, Colombatto, Bandinelli, Buonaiuto; Cerri, Di Carmine.
Allenatore: Roberto Breda.
A disposizione: Santopadre, Del Prete, Belmonte, Casale, Dossena, Bianco, Brighi, Choe, Han, Traoré.

Empoli (4-3-1-2): Provedel; Di Lorenzo, Veseli, Simic, Pasqual; Krunic, Castagnetti, Bennacer; Zajc; Donnarumma, Caputo.
Allenatore: Aurelio Andreazzoli.
A disposizione: Terracciano, Luperto, Polvani, Romagnoli, Seck, Zappella, Lollo, Picchi, Traorè, Jakupovic, Piu, Ninkovic.

Arbitro: Aureliano di Tivoli
Assistenti: Cangiano e Caliari.
Quarto Uomo: Di Martino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*